La figlia dell'aggiustaossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La figlia dell'aggiustaossa
Titolo originale The Bonesetter's Daughter
Autore Amy Tan
1ª ed. originale 2001
1ª ed. italiana 2004
Genere Romanzo
Lingua originale inglese
Ambientazione Stati Uniti (San Francisco), Cina
Protagonisti Ruth
Coprotagonisti Lu Ling
Altri personaggi Gao Ling, Fu Nan, Art Kamen

La figlia dell'aggiustaossa, pubblicato nel 2001 sotto l'editore Putnam Adult negli Stati Uniti, è il quarto romanzo della scrittrice cinese americana Amy Tan. In Italia è stato pubblicato nel 2004 da Feltrinelli[1]. Come la maggior parte delle opere di Amy Tan, il romanzo racconta la storia e il rapporto tra una donna americana di origini cinesi e la madre immigrata negli USA.

Il romanzo si dirama in due storie principali. La prima è quella di Ruth, donna cinese americana che vive a San Francisco. Tra le sue preoccupazioni vi è quella dell'anziana madre Lu Ling, che sembra soffrire di demenza. La memoria di Lu Ling sembra fare cilecca sempre più spesso, mentre la donna si lascia andare in commenti bizzarri sulla propria famiglia ed il proprio passato.
La seconda storia è quella di Lu Ling stessa, scritta dalla donna in persona diversi anni prima in mandarino per farla leggere alla figlia. Quando Ruth riesce a farsi tradurre la storia, conosce la verità a proposito della vita della madre quando era ancora in Cina.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ruth è una donna moderna ed autosufficiente, che vive a San Francisco e lavora come ghostwriter di manuali sull'autostima e l'iniziativa personale. Vive insieme ad Art Kamen, fidanzato storico, e le due figlie adolescenti di lui avute da un precedente matrimonio, Dory e Fia. Quando la madre di Ruth, Lu Ling, inizia a mostrare segni di demenza, la donna si trova in difficoltà ad unire la propria carriera, la vita privata e la malattia della madre. Da adulta, Ruth prova grandi difficoltà a comprendere i comportamenti che la madre aveva durante tutta la sua infanzia. Sebbene la ami, è risentita del fatto che la madre la criticava aspramente quando era più giovane e la costringeva a vivere con regole severissime. Lu Ling credeva che la giovane Ruth avesse il dono di comunicare con il mondo degli spiriti, e si aspettava spesso che la figlia le recasse messaggi dalla sua vecchia bambinaia morta da tempo, Zia Preziosa.

L'autobiografia di Lu Ling occupa la sezione intermedia del romanzo. La storia nella storia inizia con la descrizione dell'infanzia della madre di Ruth in un piccolo villaggio della Cina continentale chiamato "Cuore Immortale". Lu Ling viene cresciuta da una bambinaia muta e coperta di cicatrici di bruciature, che si chiama Zia Preziosa. Viene rivelato solo in seguito che le lesioni di Zia Preziosa sono autoinflitte, in quanto aveva ingoiato resina d'inchiostro incendiata. Sebbene sia la primogenita, Lu Ling viene ignorata dalla madre, la quale preferisce la seconda sorella, Gao Ling.

La storia di Lu Ling, poi, va ancora più indietro nel tempo, raccontando l'infanzia di Zia Preziosa come figlia di un aggiustaossa locale (che aveva le stesse funzioni di un attuale chiropratico, osteopatico o fisioterapista). L'adolescente Zia Preziosa è l'unica persona che conosce l'ubicazione di una grotta segreta dove sono nascosti molti "ossi di drago", conoscenza che conserva anche dopo essersi bruciata ed essere andata a vivere con la famiglia di Lu Ling. Dopo la scoperta dell'Homo erectus pekinensis, avvenuta nella seconda metà degli anni '20, informazioni su dove potessero essere trovati ossa e fossili divennero estremamente preziose. Detto ciò, una famiglia locale di cognome Chang propose alla famiglia di Lu Ling il matrimonio tra il proprio primogenito Fu Nan e la ragazza, in quanto credevano che Lu Ling li avrebbe potuti portare alla grotta dei fossili. Mentre la famiglia della ragazza non esita ad approvare il matrimonio, Zia Preziosa si oppone ad esso con tutte le sue forze, tuttavia, non essendo in grado di spiegare le sue ragioni a voce, lascia a Lu Ling una lunga lettera. Sfortuna vuole che la ragazza non la legga fino alla fine.

Solo dopo la morte di Zia Preziosa, Lu Ling apprende che la bambinaia era la sua vera madre, mentre la donna che credeva essere sua madre era in realtà la sorella di suo padre. Dopo la morte della bambinaia, è Gao Ling a sposare Fu Nan, mentre Lu Ling viene mandata in un orfanotrofio cristiano dove completa gli studi, cresce e diventa insegnante. È in questo periodo che incontra quello che diventerà il suo primo marito, Pan Kai Jing. Lu Ling vive nell'orfanotrofio, lavorando come insegnante, durante tutta la durata della seconda guerra mondiale, sebbene copra anche lunghe distanze per proteggere i propri studenti dai pericoli dovuti all'invasione giapponese. Alcuni anni dopo viene riunita con la "sorella" Gao Ling. Entrambe emigrano separatamente in America, e si ritrovano a sposare i due fratelli Edmund ed Edwin. Il secondo marito di Lu Ling e padre di Ruth muore in un incidente stradale quando la bambina ha solo due anni.

Ruth fa fatica a crescere come figlia di una donna sola che crede in stregonerie e maledizioni. Tuttavia, man mano che viene a sapere le verità sul passato della madre, inizia a comprendere i suoi comportamenti eccentrici. Quando la storia di Lu Ling viene svelata nella sua interezza, porta alla soluzione dei problemi di entrambe le donne.

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008, il romanzo di Amy Tan fu adattato in un'opera dallo stesso titolo[2], messa in scena per la prima volta il 13 settembre 2008 dalla San Francisco Opera, nella War Memorial Opera House. L'opera è stata composta da Stewart Wallace ed il libretto firmato dalla stessa Amy Tan. L'opera apporta delle modifiche fondamentali rispetto al romanzo originale: in primo luogo, omette tutti i personaggi periferici e la sottotrama del periodo riguardante la vita di Lu Ling nell'orfanotrofio cristiano. L'antagonista principale diventa qui Chang il Produttore di Bare, che stupra Zia Preziosa dopo aver ucciso suo padre, l'aggiustaossa. Proprio Chang sarebbe il padre inconsapevole di Lu Ling. Musicalmente, i tradizionali ottoni e percussioni cinesi vengono uniti ad un'orchestra occidentale. Alla première, hanno suonato musicisti classici cinesi condotti da Wu Tong e Li Zhonghua. Di particolare rilevanza è il suǒnà, uno strumento tradizionale cinese simile ad un rauco corno ad ancia, che viene suonato spesso durante tutta l'opera. Il personaggio di Zia Preziosa canta e recita nello stile chiamato kunju dell'Opera di Pechino, ed è stato realizzato alla première dall'interprete di kunju Qian Yi. Altri membri del cast della première includono il mezzo-soprano Zheng Cao nel doppio ruolo di Ruth e della giovane Lu Ling, il mezzo-soprano Ning Liang nel ruolo di Lu Ling anziana, il basso Hao Jiang Tian nel ruolo di Chang, il cantante folk/pop e suonatore di suǒnà Wu Tong nel ruolo del monaco taoista, il baritono James Maddalena nel ruolo di Art Kamen, il mezzo-soprano Catherine Cook nel doppio ruolo della madre di Art (Arlene Kamen) e di Madame Wang nei flashback del villaggio del Cuore Immortale, il basso-baritono Valery Portnov nel ruolo del padre di Art (Marty Kamen) ed, infine, la quattordicenne Madelaine Matej e la diciassettenne Rose Frazier nei ruoli delle figlie adolescenti di Art, Dory e Fia. Le mogli di Chang sono state interpretate da Mary Finch, Natasha Ramirez Leland ed Erin Neff. La Dalian Acrobatic Troupe è stata impiegata per performance acrobatiche aeree e terrene. La première è stata diretta da Chen Shi-Zheng e condotta da Steven Sloane.

Referenze[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "La figlia dell'aggiustaossa", Tan Amy in ibs.it, 10 luglio 2012.
  2. ^ Kosman, Joshua, Recensione d'Opera: 'La figlia dell'aggiustaossa' in sfgate.com, 15 settembre 2008.