La dolce ala della giovinezza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La dolce ala della giovinezza
La dolce ala della giovinezza.JPG
Paul Newman e Geraldine Page
Titolo originale Sweet Bird of Youth
Paese di produzione USA
Anno 1962
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Richard Brooks
Soggetto Tennessee Williams (pièce teatrale)
Sceneggiatura Richard Brooks
Fotografia Milton R. Krasner
Montaggio Henry Berman
Musiche Harold Gelman
Scenografia George W. Davis, Urie McCleary, Henry Grace e Hugh Hunt
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Ognuno di noi ha il suo proprio inferno che lo aspetta. »
(Chance Wayne)

La dolce ala della giovinezza è un film del 1962, scritto e diretto da Richard Brooks, liberamente ispirato all'omonimo dramma di Tennessee Williams.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Protagonista del film è Chance Wayne, che sta facendo ritorno alla sua città natale dopo un periodo di lunga assenza. Ad accompagnarlo è Alexandra Del Lago, una diva del cinema nonché sua amante. Il ritorno di Chance è dovuto al fatto che lui vuole ricongiungersi a Heavenly, la figlia di "Boss" Finley, il corrotto sindaco della città che non ha mai visto Chance di buon occhio, anzi, fu proprio lui a convincerlo ad abbandonare la città per allontanarlo dalla figlia, che era rimasta incinta di Chance all'insaputa del ragazzo.

Chance cercherà di avvicinare Havenly più volte, mentre si sviluppa il suo rapporto tumultuoso con Alexandra. Lui spera che la loro relazione gli frutterà una promettente carriera ad Hollywood, arrivando anche a ricattare l'attrice essendo lui in possesso di alcune registrazioni che provano la tossicodipendenza dell'attrice. Alexandra è ormai una donna nevrotica dipendente dall'alcol e dalla droga che non ha più fiducia nelle proprie capacità artistiche. Alexandra si innamora sinceramente di Chance ma quando lei vuole che resti con lei all'albergo lui la ignora per andare in cerca di Heavenly.

Heavenly, pur essendo ancora innamorata di lui, lo respinge perché teme per quello che suo padre e suo fratello Tom potrebbero fargli. Intanto, Alexandra scopre che la sua ultima interpretazione ha avuto ottime recensioni, e per questo decide di tornare a Hollywood. Consapevole che Alexandra non aveva mai avuto l'intenzione di aiutarlo a diventare un attore, lui le consegna le registrazioni e i due si dicono definitivamente addio.

Chance corre a casa di Heavenly ma viene picchiato brutalmente dal fratello di Heavenly, che però arriva in tempo e si ricongiunge con Chance. Ignorando le minacce del padre, Heavenly decide di fuggire insieme a Chance.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1963 - Premio Oscar

1963 - Golden Globe

1963 - Premio BAFTA

1963 - David di Donatello

1963 - Laurel Awards

  • Nomination Miglior attore non protagonista a Ed Begley (2º posto)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema