La crociata della morte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La crociata della morte
Titolo originale The Darke Crusade
Autore Joe Dever
1ª ed. originale 1991
1ª ed. italiana 1991
Genere romanzo
Sottogenere librogame fantasy
Lingua originale inglese
Ambientazione Lencia (Magnamund)
Protagonisti Lupo Solitario
Antagonisti Naar
Darke
Magnaarg
Serie Lupo Solitario (Serie Grande Maestro Ramas)
Preceduto da Il prigioniero di Kaag
Seguito da Il ritorno di Vashna
« Per quindici giorni scavi in una solida parete di terra e roccia, a volte servendoti delle tue armi, a volte a mani nude, sostenuto dalla tua forza d'animo e dal desiderio di sopravvivere. Stai quasi per rinunciare quando, a metà del sedicesimo giorno, sbocchi improvvisamente in un corridoio sgombro di macerie. Debole, ma ancora in vita, ti trascini in questo tunnel vuoto e crolli sul pavimento umido e coperto di funghi. »
(dal paragrafo 156)

La crociata della morte (titolo originale The Darke Crusade) è un librogame dello scrittore inglese Joe Dever, pubblicato nel 1991 a Londra dalla Red Fox Children's Books e tradotto in numerose lingue del mondo. È il quindicesimo dei ventotto volumi pubblicati finora della saga Lupo Solitario. La prima edizione italiana, del 1991, fu a cura della Edizioni EL. Prossimamente lo stesso editore pubblicherà l'opera rivisitata dall'autore in edizione expanded, con paragrafi aggiunti e rivisti e un'avventura bonus.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una disperata richiesta d'aiuto giunge a Lupo Solitario, da Re Sarnac di Lencia: Magnaarg, Comandante in Capo di Darke, minaccia il regno con le sue mortali armate Drakkar. Inoltre, corre voce che Magnaarg stia per entrare in possesso della Pietra della Dannazione di Darke, che, riunita con lo Scettro di Nyras che già possiede, darebbe al nemico un potere devastante. Lupo Solitario, accompagnato dal fido Capitano Prarg, dovrà quindi introdursi nella palude infernale, per arrivare alla Pietra della Dannazione prima di Magnaarg. Caduto però in una trappola tesa dal comandante Drakkar all'interno delle rovine maledette, il Grande Maestro Ramas riesce comunque a fuggire dalla prigionia e nel duello finale, riuscirà a sconfiggere Magnaarg, liberando così Lencia e il Magnamund dalla minaccia del Comandante Drakkar e delle sue demoniache armate.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]