La città infernale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La città infernale
Titolo originale The Infernal City
Autore Gregory Keyes
1ª ed. originale 2009
Genere romanzo
Sottogenere fantasy
Lingua originale inglese

La città infernale è un romanzo fantasy scritto da Gregory Keyes ed ambientato nel mondo immaginario della serie di videogiochi The Elder Scrolls.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Le vicende narrate si svolgono a Tamriel, quarant'anni dopo le vicende narrate nel videogioco The Elder Scrolls IV: Oblivion, ovvero dopo la crisi di Oblivion e la morte dell'imperatore Uriel Septim VII.[1] un nuovo imperatore siede sul trono di Tamriel, Titus Mede; egli ha un figlio, Attrebus.[2] Il continente è minacciato da un'antica città maledetta che fluttua nell'aria, Umbriel: al suo passaggio, le persone muoiono e ritornano alla vita come non-morti;[1] Intanto un variegato gruppo di eroi si va costituendo, con l'intenzione di fermare la minaccia causata da Umbriel.[2] Esso è composto dal principe Attrebus, dalla diciassettenne Annaig, da una spia inviata da alcuni cospiratori e da un mago.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]