La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda
Titolo originale 102 Dalmatians
Paese di produzione USA
Anno 2000
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, avventura
Regia Kevin Lima
Soggetto Kristen Buckley e Brian Regan
Sceneggiatura Kristen Buckley, Brian Regan, Bob Tzudiker e Noni White
Fotografia Adrian Biddle e Roger Pratt
Montaggio Gregory Perler e Sophie Sorensen
Musiche David Newman
Scenografia Assheton Gorton
Costumi Anthony Powell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Mi chiami Delia: Crudelia suona troppo... crudele. »
(Crudelia De Mon al giudice.)

La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda è un film del 2000, diretto da Kevin Lima, sequel del remake live action La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film comincia tre anni dopo il primo film, con l'uscita di prigione di Crudelia De Mon per buona condotta, in seguito ad una cura medica del dottor Pavlow: ora infatti si fa chiamare Delia ed ama gli animali, come il suo cane Fanfulla. Tutti credono nel suo cambiamento tranne la sua agente di sorveglianza, Chloe Simon, che da Anita e Rudy ha adottato in regalo Misurino, uno dei 15 cuccioli di Pongo e Peggy del primo film, che a sua volta è diventato adulto in anni canini, si è accoppiato con la dalmata femmina di Chloe, Dottie, ed ha appena avuto tre bellissimi cuccioli, tra cui una femmina, Nuvolina, chiamata così perché non ha neppure una macchia.

Crudelia intanto entra in contatto con un ragazzo, Kevin Sheperd, che aveva aperto un canile dove ospitava tutti i cagnolini abbandonati, ma ora sta per chiudere e Crudelia compra in tempo il canile facendolo rimanere con il suo lavoro, per dimostrare a Chloe che ama gli animali. A causa delle campane del Big Ben, la cura psichiatrica perde il suo effetto e tramite una divertente scena in cui Crudelia ritorna se stessa i suoi capelli tornano ingarbugliati e scarmigliati dopo le cotonatissime e liscissime pettinature del suo alter-ego "Delia"; quindi torna sé stessa, e torna anche il desiderio della pelliccia di dalmata: così chiede aiuto ad un pellicciaio francese chiamato Jean Pierre Le Pelt. Così comincia l'inghippo tra i due per accusare di tutti i rapimenti il povero Kevin. Crudelia torna ad indossare abiti meravigliosamente eccentrici ornati di piume e pelliccia cercando di celare se stessa a Chloe che ora è completamente sicura del suo vero cambiamento.

I cuccioli dalmata da rubare devono essere 99 di nuovo, ma Crudelia ne vuole 102, che fa rapire al maggiordomo Alonzo e a Le Pelt, dato che aveva aggiunto ai 99 cuccioli già presi anche i tre di Chloe, di cui De Mon decide di farci un cappuccio per la nuova pelliccia, tutto ciò per vendetta nei confronti della vecchia generazione di Misurino (i suoi fratelli ed altri 84 cuccioli, in tutto 99, nel primo film, poi 101 con l'arrivo di Pongo e Peggy). E da qua comincia una corsa contro il tempo per salvare i cuccioli.

Mentre tutti i cuccioli vengono caricati sull'Orient Express in destinazione Parigi alla Maison Le Pelt per la creazione della pelliccia, Crudelia e Le Pelt, che ha rapito i cani di Chloe, brindano del loro imminente successo, non sapendo del fatto che Chloe, assieme a Kevin, dopo essere fuggita con Fanfulla da Villa De Mon da una festa-trappola ordita per lei da Crudelia, li stanno seguendo per trarre in salvo i piccoli. Arrivati a Parigi, Chloe e Kevin, vengono di nuovo imprigionati ma riescono a far fuggire i cuccioli, grazie al pappagallo di Kevin, Garibaldi, e a Nuvolina, unica della sua famiglia a non essere stata intrappolata.

Crudelia insegue i dalmata fino a una fabbrica di dolci, ma dopo un breve inseguimento viene intrappolata nella pasta dei dolci da Nuvolina e diventa una torta gigante. Crudelia e Le Pelt vengono arrestati, mentre il pentito Alonzo, per aver liberato Chloe e Kevin ed aver imprigionato Le Pelt, viene graziato. Alla fine, poiché Crudelia non esce più dal carcere di Parigi, non cambierà mai il carattere e viene lasciata sul lastrico, a Kevin andranno tutte le sue ricchezze come anche quella di padrone della sua azienda di moda e della Maison Le Pelt, tramite una lettera di Alonzo, che adotta Fanfulla, dopo che tutti insieme tornano a Londra. Chloe e Kevin si fidanzano e a Nuvolina, forse innamorata di Garibaldi, spuntano finalmente le prime macchie.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Aneddoti e similitudini[modifica | modifica wikitesto]

  • Il ritratto che si vede nella sala da pranzo nella villa di Crudelia è uguale ad un famoso ritratto della regina Elisabetta I (detto "The Ditchley Portrait"). Assheton Gorton, lo scenografo, lo ha modificato mettendogli la capigliatura bianca e nera tipica di Crudelia.
  • Durante la scena in cui i cuccioli di Misurino guardano la tv, si vedono degli spezzoni del film Lilli e il vagabondo. Gli stessi spezzoni vengono citati anche nella scena del ristorante dove Chloe e Kevin fanno le stesse azioni di Lilli e Biagio. Curioso è notare che nella stessa scena Chloe e Kevin vanno in un ristorante di nome "Tony's Restaurant" che è lo stesso del film citato.
  • L'acconciatura di Crudelia all'inizio del film richiama molto quella di Dracula nel film Dracula di Bram Stoker.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema