La canzone di Broadway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La canzone di Broadway
BroadwayMelodyPoster1.jpg
Titolo originale The Broadway Melody
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1929
Durata 110 min

1.811,45 metri - 6 rulli (versione muta) 2.856,6 metri - 10 rulli (versione sonora)

Colore B/N
Audio Mono (Western Electric Sound System)
Rapporto 1,20:1
Genere musicale
Regia Harry Beaumont
Soggetto Edmund Goulding
Sceneggiatura Norman Houston e James Gleason

Sarah Y. Mason (continuità)
Earl Baldwin (didascalie della versione muta, non accreditato)

Produttore Harry Rapf, Irving Thalberg, Lawrence Weingarten (non accreditati)
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)
Fotografia John Arnold
Montaggio Sam Zimbalist (versione sonora)

William LeVanway (versione muta)

Musiche Nacio Herb Brown, George M. Cohan, Willard Robison
Scenografia Cedric Gibbons
Costumi David Cox
Interpreti e personaggi
Premi

Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior film 1930 (aprile)

La canzone di Broadway (The Broadway Melody) è un film musicale del 1929 diretto da Harry Beaumont. Fu il primo film sonoro a vincere un Oscar come miglior film. È stato uno dei primi musical ad usare una sequenza in Technicolor, iniziando la tendenza al colore che sarà utilizzato in un turbinio di musical tra il 1929-1930. Oggi la sequenza a colori è considerata persa; rimane solo una copia in bianco e nero della pellicola completa.

La canzone di Broadway è stato il primo musical della MGM e, a Hollywood ed è stato il primo film ad essere completamente sonoro (all-talking). La sceneggiatura si deve a Norman Houston e a James Gleason, basata sul soggetto di Edmund Goulding. La musica originale è di Nacio Herb Brown (parole di Arthur Freed), compresa la famosa canzone You Were Meant For Me. Bessie Love ottenne per la sua performance la candidatura all'Oscar come migliore attrice.

La trama narra le storie d’amore di star della commedia musicale che si svolgono nel frastuono del backstage di una rivista di Broadway. Anita Page e Bessie Love sono due sorelle ballerine di vaudeville giunte a New York per trovare la loro grande occasione a Broadway. Charles King recita la parte di un uomo di spettacolo indeciso nella sua scelta amorosa tra le due sorelle.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer con un budget stimato di 379.000 dollari[1] negli studi della compagnia al 10202 di W. Washington Blvd., a Culver City[2].

Del film fu realizzata anche una versione muta, poiché, a quei tempi, non vi erano ancora molte sale cinematografiche con le apparecchiature audio adatte ai film sonori. Nella versione originale, il film presentava la sequenza musicale "The Wedding of the Painted Dool" in Technicolor a due colori (rosso e verde). Il colore sarebbe presto finito per essere associato con il genere del musical e ad altri numerosi film che uscirono tra il 1929 e il 1930, i quali possedevano delle sequenze a colori o erano interamente filmate a colori.

Numeri Musicali[modifica | modifica wikitesto]

Le coreografie dei numeri musicali si devono a George Cunningham che, nei titoli, non venne accreditato[3].

  • Broadway Melody
  • Love Boat
  • You Were Meant For Me
  • Wedding of the Painted Doll
  • Boy Friend
  • Truthful Parson Brown
  • Lovely Lady

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer, il film fu presentato in prima a Los Angeles il 1º febbraio 1929. Alla première californiana, seguì la presentazione della pellicola sulla costa orientale, che si tenne a New York l'8 febbraio. Il film fu distribuito in tutto il mondo: nei Paesi Bassi, uscì il 10 maggio 1929, in Argentina il 29 agosto 1929, in Finlandia il 7 ottobre 1929. Nel 1930, venne presentato anche in Danimarca (22 aprile) e in Portogallo (23 ottobre)[4].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Broadway Melody Ad.jpg

Il film ha avuto un successo notevole. È stato il film che ha incassato di più nel 1929, vincendo anche l'Oscar al miglior film. Storicamente, è spesso considerato il primo esempio completo del musical di Hollywood. Tuttavia, è stato sin da allora considerato come un film debole poiché eccessivamente melodrammatico. Già nel 1929, gli stereotipi del backstage e dello show-bisness erano considerati poco innovativi. Molti ritengono che il motivo principale per il suo successo agli Oscar fu dovuto al fatto che le altre pellicole con cui gareggiava fossero ugualmente di poco effetto. Filmsite.org descrive l'Oscar 1929 come segue: "Il film nominati per i premi di quest'anno sono stati alcuni dei film più deboli nella storia del cinema americano, riflettendo il caos della transizione dal cinema muto al cinema sonoro".

La pellicola gioca un ruolo importante nel film Cantando sotto la pioggia, che ne riprende la musica, tra cui la canzone You were ment for me. Anche The Dogway Melody ha anche molte scene basate su La canzone di Broadway.

I manifesti che pubblicizzavano il film come All talking, all singing, all dancing hanno dato origine all’idioma inglese "all singing, all dancing", che significa "pieno di vitalità".

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb business
  2. ^ IMDb Locations
  3. ^ IMDb fullcredits
  4. ^ IMDb release info

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7
  • (EN) Alan Warner's Who Sang What on the Screen, Angus & Robertson Publishers, 1984 ISBN 0-207-14869-4

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema