La bottega dei giocattoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bottega dei giocattoli
Titolo originale The Magic Toyshop
Autore Angela Carter
1ª ed. originale 1967
Genere romanzo
Sottogenere realismo magico
Lingua originale inglese

La bottega dei giocattoli è un romanzo di formazione scritto da Angela Carter, pubblicato nel 1967.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'opera segue l'evoluzione di Melanie alla scoperta di sé stessa, dell'ambiente che la circonda e della propria sessualità. Dopo l'improvvisa morte dei genitori, Melanie e i suoi fratelli sono affidati alle cure del tirannico zio Philip, un testardo ed eccentrico costruttore di giocattoli, nel sud di Londra.

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica sorgente]

Di questo romanzo esiste un adattamento filmico per la tv, prodotto da Steve Morrison e diretto da David Wheatley, che uscì nel 1987. La sceneggiatura fu seguita dalla stessa Carter e il cast era composto da Tom Bell, Caroline Milmoe, Killian McKenna, Patricia Kerrigan e Lorcan Cranitich. La raccolta The Curious Room contiene la sceneggiatura di questo film, descritto in Anagrams of Desire, di Charlotte Crofts, che intervistò il regista.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Charlotte Crofts, Anagrams of Desire: Angela Carter’s Writing for Radio, Film and Television, Manchester University Press, 2003.
  • Donald H. Tuck, The Encyclopedia of Science Fiction and Fantasy, Chicago, Advent, 1974, p. 94.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura