La bicicletta verde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bicicletta verde
La bicicletta verde.png
Titolo originale وجدة (Wadjda)
Lingua originale arabo
Paese di produzione Arabia Saudita
Anno 2012
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Haifaa Al-Mansour
Sceneggiatura Haifaa Al-Mansour
Produttore Amr Alkahtani, Gerhard Meixner, Roman Paul, Verona Meier (assistente)
Produttore esecutivo Christian Granderath, Louise Nemschoff, Bettina Ricklefs, Rena Ronson, Hala Sarhan
Montaggio Andreas Wodraschke
Musiche Max Richter
Costumi Peter Pohl
Trucco Oliver Ziem-Schwerdt, Dalyn Abdulillah (assistente)
Interpreti e personaggi
  • Reem Abdullah: madre
  • Waad Mohammed: Wadjda
  • Abdullrahman Al Gohani: bdullah
  • Ahd: Ms. Hussa
  • Sultan Al Assaf: padre

La bicicletta verde (Wadjda) è un film del 2012 scritto e diretto da Haifaa Al-Mansour.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Arabia Saudita - In un paese dove solo i maschi possono andare in bicicletta, la piccola Wadjda si innamora di una bicicletta verde in vendita presso il vicino emporio e decide di comprarla. Ma ci sono due problemi: primo - costa 800 riyal e secondo - sua madre non vuole perché lo reputa sconveniente per una femmina. La sua scuola indice una gara di recitazione del Corano il cui vincitore si aggiudicherà 1000 riyal e Wadjda decide di partecipare. Dopo aver tanto studiato riesce a vincere ma, quando la preside viene a sapere come Wadjda intende usare i soldi, decide di devolvere la vincita in beneficenza ai palestinesi. Il film ha un lieto fine perché lei otterrà inaspettatamente la sua bicicletta proprio da sua madre a cui, le vicende della vita, hanno fatto cambiare idea.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema