La banda (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La banda
La banda - film.jpg
Una scena del film
Titolo originale Bikur Ha-Tizmoret
Lingua originale arabo, inglese, ebraico
Paese di produzione Israele, Francia, USA
Anno 2007
Durata 89 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.78 : 1
Genere commedia
Regia Eran Kolirin
Sceneggiatura Eran Kolirin
Produttore Eilon Ratzkovsky, Ehud Bleiberg, Yossi Uzrad, Koby Gal-Raday, Guy Jacoel, Michel Zana (co-produttore), Sophie Dulac (co-produttore)
Produttore esecutivo Tami Kushn
Casa di produzione July August Productions, Bleiberg Entertainment, Sophie Dulac Productions
Distribuzione (Italia) Mikado Film
Fotografia Shai Goldman
Montaggio Arik Lahav Leibovitz
Musiche Habib Shehadeh Hanna
Scenografia Eitan Levy
Costumi Doron Ashkenazi
Trucco Maya Gershtel
Interpreti e personaggi
Premi

La banda (Bikur Ha-Tizmoret) è un film del 2007 scritto e diretto da Eran Kolirin, presentato al 60º Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard.[1]

Il film racconta le vicende dei componenti di una banda musicale egiziana, in Israele per un concerto, che per errore si ritrovano in un paese sperduto e vengono ospitati da una famiglia locale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I componenti della banda musicale della Polizia di Alessandria d'Egitto volano in Israele per un concerto. Non c'è nessuno ad attenderli all'aeroporto, e il dispotico direttore Tewfiq non vuole chiedere indicazioni all'ambasciata. Il giovane Khaled chiede informazioni all'aeroporto, ma, distratto dalle belle donne, non capisce bene l'indicazione che gli viene data, e il gruppo scende dal pullman in uno sperduto paese nel mezzo del deserto, dove naturalmente non c'è alcun Centro di Cultura arabo. Senza un mezzo di trasporto fino al giorno successivo per arrivare alla giusta destinazione, il gruppo deve accettare l'ospitalità della ristoratrice Dina, che accoglie in casa propria Tewqif e Khaled, e del suo collega Simon, che insieme alla moglie (non entusiasta) ospita il resto della banda. All'inizio sembra prevalere l'incomunicabilità; poi, durante la serata, ognuno si apre per confidare, in particolare attraverso la musica, le proprie paure e speranze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2007, festival-cannes.fr. URL consultato l'11 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.youtube.com/watch?v=UT76kHQt748


Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema