La bambola assassina 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bambola assassina 3
LBA3screenshot.jpg
Tyler e Chucky
Titolo originale Child's Play 3: Look who's stalking
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno 1991
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere orrore
Regia Jack Bender
Soggetto Don Mancini
Sceneggiatura Don Mancini
Produttore Robert Latham Brown
Produttore esecutivo David Kirschner
Casa di produzione Universal Pictures
Fotografia John R. Leonetti
Montaggio Scott K. Wallace
Effetti speciali David Amborn
Musiche John D'Andrea, Cory Lerios
Scenografia Richard Tom Sawyer
Costumi Robert 'Jake' Jacobs
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

2 Nomination al Saturn Award

« Nessuno può fottere Chucky! »
(Chucky rivolto al direttore della Play Pals Toy Company)

La bambola assassina 3 (Child's Play 3: Look who's stalking) è un film del 1991 diretto da Jack Bender. Per via del mediocre incasso mondiale intorno ai 20.560.255 dollari, i produttori decisero di fermare la trilogia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sono passati otto anni dalle prese del film precedente e Chucky, la terribile bambola animata dallo spirito di un serial killer ritorna dopo essere stata uccisa nel film precedente (fusa con la plastica liquida e poi facendole esplodere la testa con un tubetto d'aria compressa). La fabbrica dove era morto nell'episodio precedente è ormai solo una baracca abbandonata pronta per essere demolita. Infatti, la "Play Pals Toy Company" ha deciso di creare una nuova serie di bambole Tipo Bello, così prima della demolizione una pinza meccanica rimuove la carcassa gommosa di Chucky dal quale però esce del sangue che finisce in una cisterna di plastica fusa che ricreerà la sagoma di Chucky ridando la vita al Killer.

Andy, ormai cresciuto, ora è all'accademia militare ed un suo giovane compagno, Tyler, apre per caso la scatola di Chucky che doveva essere consegnata ad Andy. Dopo una lunga serie di omicidi, Chucky decide di mandare il suo spirito nel corpo del bambino perché è stato il primo a cui ha rivelato la sua vera identità e anche perché è passato troppo tempo per poter andare nel corpo di Andy. Dandogli la scusa di un gioco, Tyler sta per essere trapassato dall'anima della bambola durante una esercitazione notturna, ma fugge via da Chucky andando in un luna park. La bambola furiosa cerca il bambino, inseguito però da Andy.

Durante l'inseguimento Chucky si sbuccia mezza faccia a causa della falce di un manichino mietitore di una giostra. Finalmente Chucky stordisce Tyler e comincia il rituale del cambiamento di corpo ma Andy spara ad un braccio di Chucky staccandoglielo di netto e poi centra il cuore. Tutto sembra finito, ma Chucky salta su Andy. Tyler gli passa il coltellino (che Andy stesso gli aveva dato) così Andy mozza l'altra mano di Chucky facendolo così precipitare in un'elica gigante dove finisce triturato.

Nel finale, Andy viene portato via dalla polizia per raccontarle la sua versione dei fatti mentre uno spazzino, senza saperlo, raccoglie i pezzettini di Chucky (che verranno messi nell'ambulatorio de La sposa di Chucky).

La saga[modifica | modifica sorgente]

La bambola assassina 3, come suggerito dal nome, è il terzo film della saga de La bambola assassina.

DVD[modifica | modifica sorgente]

Come i precedenti film è stato reso disponibile un DVD, prodotto anch'esso dalla Universal Pictures.

Distribuzioni[modifica | modifica sorgente]

La pellicola venne presentata nel corso del 1991 a partire dai giorni seguenti:

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Vittime[modifica | modifica sorgente]

Le vittime di Chucky in questo film sono 7:

  1. Direttore della Play Pals Toy Company (colpito in faccia da una mazza da Golf, mani trafitte da frecciette ed infine strangolato da Chucky con il filo di uno yo-yo).
  2. Uomo della spazzatura (spinto nel tritarifiuti del suo camion da Chucky).
  3. Colonnello (dopo aver visto Chucky vivo con un coltello, muore per un infarto).
  4. Barbiere (sgozzato con un rasoio).
  5. Tenente Colonnello Brett C. Shelton (fucilato a morte dalla squadra rossa, perché Chucky aveva scambiato i pallini di vernice colorata con dei proiettili full metal jacket)
  6. Cadetto Whitehurst (per salvare Andy da una granata lanciata da Chucky, si butta addosso ad essa sacrificandosi).
  7. Uomo della sicurezza del Luna Park (sparato in testa).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema