La Venere di rame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Venere di rame
Titolo originale Venus in Copper
Autore Lindsey Davis
1ª ed. originale 1991
Genere romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese
Ambientazione Roma imperiale, 71
Protagonisti Marco Didio Falco

La Venere di rame (Venus in Copper) è un romanzo giallo del 1991 scritto da Lindsey Davis, terzo volume della serie ambientata nella Roma imperiale del I secolo, incentrata sulle indagini dell'investigatore privato Marco Didio Falco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lavorare per l'imperatore Vespasiano rischia di causare le attenzioni indesiderate della invidiosa "prima spia" di palazzo, per cui Marco Didio Falco decide di tornare a lavorare per Clienti privati. Viene quindi incaricato da una ricca famiglia di liberti di investigare su di una splendida ed affascinante rossa "moglie di professione" che ha già seppellito 3 mariti e si accinge a sposarne un quarto, membro della famiglia stessa. Falco si ritrova una sera ad avere ospite a cena nella sua stamberga al VI piano di un traballante edificio, addirittura sua "cesarità" il figlio dell'imperatore, Tito Flavio Vespasiano, il quale mostra una pericolosa simpatia per Elena. Futuro imperiale per Elena Giustina?

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]