La Puglia Prima di Tutto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Puglia Prima di Tutto
Leader Raffaele Fitto
Stato Italia Italia
Fondazione 1º febbraio 2005
Partito Forza Italia (2005-2008)
Il Popolo della Libertà
(2008-2013)
Forza Italia (dal 2013)
Ideologia Cristianesimo democratico
Regionalismo
Collocazione Centro-destra
Seggi Consiglio regionale
1 / 70

La Puglia Prima di Tutto è un partito politico italiano di centrodestra operante a livello regionale in Puglia.

Vicino a Forza Italia, ha come referente politico il deputato, ex ministro ed ex governatore della Regione Raffaele Fitto, che ha fondato il partito il 1º febbraio 2005[1], sebbene il nome e il logo fossero noti dal 14 dicembre precedente[2].

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La Puglia Prima di Tutto si è presentata per la prima volta agli elettori in occasione delle elezioni regionali del 2005 come lista a sostegno della rielezione del presidente Fitto, ottenendo il 9,15% dei voti e 5 dei 70 consiglieri regionali[3].

Da febbraio 2009 il coordinatore regionale del movimento è stato l'ex deputato dell'UDC Salvatore Greco fino alle dimissioni rassegnate nel gennaio 2014 a causa dell'entrata di quest'ultimo nel Nuovo Centrodestra.

La Puglia Prima di Tutto conta anche del Senatore Vittorio Zizza attuale coordinatore provinciale di Brindisi Eletto nelle fila del PDL nelle elezioni 2013 ex sindaco "doppio mandato" del comune di Carovigno (BR).

A Brindisi conta del coordinatore cittadino eletto nel 2013 come cosigliere comunale con oltre 300 preferenze il Dott. Massimiliano Oggiano.

Alle elezioni amministrative del 2009 il movimento si è presentato in alleanza con Il Popolo della Libertà nelle province e nei maggiori comuni della Puglia. Nelle province interessate al voto ha conseguito dal 3,67% al 9,61% dei consensi e ha eletto ovunque suoi rappresentanti. Nella metà del 2009, La Puglia Prima di Tutto ha avuto notorietà a livello nazionale in relazione agli scandali sessuali su Silvio Berlusconi: alle elezioni comunali di Bari della primavera precedente aveva infatti candidato la escort Patrizia D'Addario, che stando a sue dichiarazioni avrebbe avuto delle relazioni con il presidente del Consiglio.[4]

Alle elezioni regionali del 2010 il partito ha appoggiato il candidato di centrodestra Rocco Palese, ottenendo il 7,05% dei voti[5] e quattro consiglieri regionali [6] attestandosi il secondo partito del centrodestra pugliese.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Regionali 2005[7] 196.281 9,15 5
Provinciali Foggia 2008[8] 13.217 3,66 1
Provinciali Bari 2009[9] 40.193 6,35 3
Provinciali Brindisi 2009[10] 7.771 3,66 1
Provinciali Lecce 2009[11] 38.673 8,60 5
Provinciali Taranto 2009[12] 12.850 4,54 1
Provinciali Barletta-Andria-Trani 2009[13] 17.879 9,59 4
Regionali 2010[14] 139.379 7,05 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 'Così punto agli scontenti ma io voterò Forza Italia'
  2. ^ il caso
  3. ^ ARCHIVIO STORICO DELLE ELEZIONI - Regionali 03/04/2005 - Puglia
  4. ^ Fiorenza Sarzanini, «Incontri e candidatura. Ecco la mia verità», Corriere della Sera, 17 giugno 2009
  5. ^ Risultati delle elezioni regionali 2010 in Puglia
  6. ^ Attribuzione dei seggi alle elezioni regionali 2010
  7. ^ Regionali 03/04/2005 - Regione PUGLIA
  8. ^ Provinciali 13/04/2008 - Provincia FOGGIA, come La Capitanata prima di tutto
  9. ^ Provinciali 07/06/2009 - Provincia BARI
  10. ^ Provinciali 07/06/2009 - Provincia BRINDISI
  11. ^ Provinciali 07/06/2009 - Provincia LECCE
  12. ^ Provinciali 07/06/2009 - Provincia TARANTO
  13. ^ Provinciali 07/06/2009 - Provincia BARLETTA-ANDRIA-TRANI
  14. ^ Regionali 28/03/2010 - Regione PUGLIA

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefano Cristante e Paolo Mele (a cura di), Da Vendola a Prodi. Le campagne elettorali 2005-2006 nei media locali e nazionali, Nardo, Besa editrice, 2006. ISBN 88-497-0424-0
  • Giuseppe Gangemi (a cura di), Le elezioni come processo. Nuove tecniche di indagine e nuovi ambiti di ricerca, Milano, FrancoAngeli, 2006. ISBN 88-464-7384-1
  • Peter Gomez e Marco Travaglio, Onorevoli wanted. Storie, sentenze e scandali di 25 pregiudicati, 26 imputati, 19 indagati e 12 miracolati eletti dal popolo italiano, Roma, Editori Riuniti, 2006. ISBN 88-359-5772-9
  • Pietro Mancini, La questione immorale, Cosenza, Luigi Pellegrini Editore, 2006. ISBN 88-8101-331-2
  • Alessandro Chiaramonte, Giovanni Tarli Barbieri (a cura di), Riforme istituzionali e rappresentanza politica nelle regioni italiane, Bologna, Il Mulino, 2007.
  • Gianni Barbacetto, Peter Gomez e Marco Travaglio, Mani sporche, Milano, Chiarelettere, 2008. ISBN 9788861900028
  • Peter Gomez, Marco Lillo e Marco Travaglio, Papi. Uno scandalo politico, Milano, Chiarelettere, 2009. ISBN 9788861900639
  • Mario Guarino, Veronica & Silvio. I segreti della first lady, gli intrighi del premier, amore, tradimenti e denaro, Bari, Dedalo, 2009. ISBN 9788822063083
  • Paolo Guzzanti, Guzzanti vs Berlusconi, Reggio Emilia, Aliberti, 2009. ISBN 9788874245048