Laïkó

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laïkó
Origini stilistiche Dimotika
Origini culturali Grecia, seconda metà del XX secolo
Strumenti tipici bouzouki
Popolarità anni 1960
Generi derivati
Laïkó moderno
Generi correlati
Rebetiko - Éntekhno
Categorie correlate

Gruppi musicali laïkó · Musicisti laïkó · Album laïkó · EP laïkó · Singoli laïkó · Album video laïkó

Il laïkó (λαϊκό τραγούδι, plurale: laïká, λαϊκά τραγούδια) è un genere musicale sorto in Grecia nel XX secolo. Dominò la scena popolare greca tra gli anni 1950 e 1960 grazie ad artisti quali Stelios Kazantzidis, Stratos Dionisiou e Giorgos Zambetas.

Stile e tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Come nel rebetiko, una delle caratteristiche stilistiche più importanti che lo contraddistingue dalla musica dimotika (il più noto e antico filone folkloristico della musica greca)[1] è l'utilizzo del bouzouki. Tuttavia, a differenza del rebetiko (nettamente influenzato dalla cultura anatolica e le cui tematiche erano incentrate soprattutto sui problemi delle infime classi sociali),[1] il laïkó si propone di recuperare le caratteristiche migliori della musica greca degli ultimi due secoli.

Laïkó classico[modifica | modifica wikitesto]

Marinella, una delle icone della musica laïká classica

Con l'espressione "laïkó classico" ci si riferisce al primo periodo della musica laïká, dalla sua nascita fino agli ultimi anni 1970.

Laïkó moderno[modifica | modifica wikitesto]

Con l'espressione "laïkó moderno" (o "laïkó contemporaneo", o "laïkó-pop") ci si riferisce al secondo periodo della musica laïká, che parte dall'inizio degli anni 1980. Col passare del tempo, la musica laïká contemporanea ha subito notevoli influenze dalla musica occidentale, in particolare dagli stili pop, dance e rock. Tuttora il laïkó moderno è uno degli stili più di successo della musica mainstream greca.

Artisti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Fernando Blanco, Grecia, historia y música, Pueblos, 1º novembre 2010. URL consultato il 10 novembre 2013.