L.A. (Light Album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L.A. (Light Album)
Artista The Beach Boys
Tipo album Studio
Pubblicazione 19 marzo 1979
Durata 41:33
Dischi 1
Tracce 10
Genere Rock
Etichetta Brother Records
CBS Records
Caribou Records
JZ 35752
Produttore Bruce Johnston,
The Beach Boys,
James William Guercio
Registrazione luglio 1978 - gennaio 1979
Note n. 100 Stati Uniti
n. 32 Gran Bretagna
The Beach Boys - cronologia
Album precedente
(1978)
Album successivo
(1980)

L.A. (Light Album) è un album discografico del gruppo musicale statunitense The Beach Boys del 1979, l'ultimo loro album pubblicato negli anni settanta, ed il primo LP pubblicato per la nuova etichetta discografica CBS Records.

Co-prodotto da James William Guercio, patron della Caribou Records, e dai Beach Boys con Bruce Johnston, che aveva lasciato la band all'inizio del 1972. Johnston venne richiamato nel gruppo per occuparsi della produzione del nuovo album, quando fu chiaro che Brian Wilson non era in grado di occupare il ruolo di produttore. Da allora Johnston rientrò ufficialmente come membro dei Beach Boys.

L.A. (Light Album) (Brother/Caribou/CBS JZ 35752) raggiunse la posizione numero 100 in classifica negli Stati Uniti durante una permanenza in classifica di tredici settimane, e la posizione numero 32 in Gran Bretagna.

Attualmente L.A. (Light Album) è disponibilie in versione CD in abbinamento con M.I.U. Album.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il nuovo contratto da 8 milioni di dollari stipulato dal gruppo con la CBS Records prevedesse che Brian Wilson avrebbe dovuto scrivere e produrre il 75% dei brani sul nuovo album, il suo contributo a L.A. (Light Album) fu davvero minimo. La sua presenza sul disco si limitò al cantato di Angel Come Home, e al singolo Good Timin' nel quale probabilmente si occupò di suonare il piano (la traccia era stata composta da lui e dal fratello Carl, ma registrata già quattro anni prima). Anche l'arrangiamento da lui ideato per il brano traditional Shortenin' Bread risaliva a diverso tempo prima.

Sia Baby Blue che Love Surrounds Me erano state registrate originariamente per il progettato secondo album da solista di Dennis Wilson, il mai uscito Bambu. Queste sarebbero state le ultime tracce a vedere la presenza di Dennis Wilson prima della sua morte avvenuta nel 1983.

Lady Lynda, un brano ispirato a Bach, scritto da Al Jardine per sua moglie, e successivamente ri-registrato con il titolo cambiato in Lady Liberty dopo il divorzio tra i due, fu un successo da top 10 in Gran Bretagna.

Probabilmente la traccia che più fece discutere i vecchi fan è un rifacimento in chiave "disco" di un brano apparso in precedenza sull'album Wild Honey del 1967, la canzone Here Comes the Night, il cui rifacimento venne molto criticato dai puristi.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato 1
  1. Good Timin' (Brian Wilson/Carl Wilson) - 2:12
  2. Lady Lynda (Johann Sebastian Bach/arr. Al Jardine/Ron Altbach) - 3:58
  3. Full Sail (C. Wilson/Geoffrey Cushing-Murray) - 2:56
  4. Angel Come Home (C. Wilson/Cushing-Murray) - 3:39
  5. Love Surrounds Me (D. Wilson/Cushing-Murray) - 3:41
  6. Sumahama (Mike Love) - 4:30
Lato 2
  1. Here Comes the Night (B. Wilson/Love) - 10:51
  2. Baby Blue (D. Wilson/Gregg Jakobson/Karen Lamm) - 3:25
  3. Goin' South (C. Wilson/Cushing-Murray) - 3:16
  4. Shortenin' Bread (Trad., arr. B. Wilson) - 2:49

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Here Comes the Night (edit) / Baby Blue (Brother/Caribou ZS9 9026), 19 febbraio 1979 US numero 44; UK numero 37
  • Good Timin' / Love Surrounds Me (Brother/Caribou ZS9 9029), 16 aprile 1979 US numero 40
  • Lady Lynda / Full Sail (Brother/Caribou ZS9 9030), giugno 1979 UK numero 6
  • Sumahama / It's a Beautiful Day (Brother/Caribou ZS9 9031), settembre 1979 UK numero 45

Crediti produttivi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock