L'uovo di Ortone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'uovo di Ortone
Titolo originale Horton hatches the egg
Autore Dr. Seuss
1ª ed. originale 1940
Genere Libri per bambini
Sottogenere Fantascienza, Umoristico
Lingua originale inglese
Ambientazione Giungla di Nullo
Personaggi Ortone l'elefante, Giodola frivola allodola

L'uovo di Ortone è un libro per bambini scritto dal Dr. Seuss e tradotto da Anna Sarfatti, pubblicato nel 1940.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Lo penso e lo dico, lo dico e lo penso. Onor d'elefante, al cento per cento. »
(Ortone)

Giodola è un'Allodola che stufa di covare il suo uovo, decide di affidarlo a Ortone un elefante. Lui non apprezzando l'idea, decide comunque di covarlo mentre lei andava in vacanza. Mentre i giorni passavano, tre cacciatori si avvicinarono a Ortone e anziché ucciderlo lo vendettero ad un circo. Un giorno, Giodola volando sopra il tendone, vide tutti quei colori e volle subito vedere com'era fatto, ma appena entrata vide Ortone e nello stesso tempo l'uovo si schiuse e al posto di un cucciolo di allodola uscì un elefantino con le ali. Il libro finisce con Ortone che se ne va nella giungla con il cucciolo di elefante-allodola.

Adattazione televisivo[modifica | modifica wikitesto]

L'uovo di Ortone è stato in un cortometraggio animato nel 1942, rilasciato dalla Warner Bros Merrie Melodies.

Animali presenti nel libro[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni animali presentano incongruenze o caratteristiche di pura fantasia, come l'ippopotamo con gli zoccoli e la coda da maialino, oppure il fatto che Giodola cova il suo nido in un albero, mentre nella realtà le allodole lo nidifica sul terreno.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura