L'uomo dei sogni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'uomo dei sogni
L'uomo dei sogni.png
Una scena del film
Titolo originale Field of Dreams
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1989
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, sportivo, fantastico
Regia Phil Alden Robinson
Soggetto William Patrick Kinsella
Sceneggiatura Phil Alden Robinson
Fotografia John Lindley
Montaggio Ian Crafford
Effetti speciali Robbie Knott, Bruce Nicholson
Musiche James Horner
Scenografia Leslie McDonald
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'uomo dei sogni (Field of Dreams) è un film del 1989 diretto da Phil Alden Robinson.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Iowa, Stati Uniti. Ray Kinsella, un agricoltore da poco trasferitosi in campagna con la moglie e la figlia piccola, una sera, mentre cammina tra le alte piante del suo campo di granoturco, sente una voce dirgli: "Se lo costruisci, lui tornerà". Stupito e impaurito, Ray crede di sognare, ma quando sente nuovamente quella voce, segue il suo istinto e costruisce un campo da baseball regolamentare proprio dietro casa. Non sa perché, ma sa che deve farlo. E ben presto scopre il motivo: sul campo una sera si materializza "Shoeless" Joe Jackson e con lui, successivamente, gli altri sette giocatori della storica formazione dei Chicago White Sox, che nel 1919 furono squalificati a vita con l'accusa di aver venduto una partita delle World Series (il cosiddetto Scandalo dei Black Sox[1]). Ray non crede ai propri occhi, ma la sua "missione" non è terminata. Sempre guidato dalla "Voce", capisce che deve rintracciare alcune persone: Terence Mann, uno scrittore liberal-progressista a suo tempo bollato come comunista e ritiratosi a vita privata e Archibald Graham, un ex giocatore diventato medico e benefattore. Apparentemente "slegati" tra loro, tutti questi personaggi hanno invece a che fare con una persona, John Kinsella, il padre di Ray, grande tifoso dei White Sox, con il quale i rapporti erano diventati difficili, e che morì giovane. Ray alla fine capisce che forse ha ora l'occasione per "rivedere" il genitore. Prima che ciò accada, però, fa i conti col fratello di sua moglie, Mark, che vuole convincerlo a vendere la fattoria. Terence e Karin sono contrari alla vendita, e affermano che verrebbero milioni di persone a vedere le partite dei Chicago White Sox pagando il biglietto, in quanto in quel luogo essi riuscirebbero a trovare anche una pace unica. Il fratello di Annie, dato che non riesce a vedere i giocatori, pensa che siano tutti impazziti: mentre solleva la nipotina Karin, figlia di Ray, dalle gradinate dov'era seduta accusando il marito della sorella di aver fatto uscire di senno anche la piccola, Ray cerca di fermarlo e la bambina cade dalle tribune. Al che, Archibald Graham, diventato ragazzo per coronare il suo sogno di giocare a baseball, compie la scelta di aiutarla, diventando nuovamente anziano. La figlia si riprende, ed Archibald, Terence e tutti i giocatori di Baseball vanno "Laggiù", tra le piante di mais, nell'aldilà. Ray, all'inizio risentito perché ritiene che Terence abbia preso il suo posto in quel "viaggio", poi capisce, grazie alle parole di Joe, che la "Voce" era la propria, e che lo scopo di tutti quegli avvenimenti era rivedere suo padre. John si rivela, togliendosi la protezione dal viso, e assieme a Ray gioca a baseball, come da sempre avrebbe voluto fare.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Location[modifica | modifica sorgente]

Un cartello indica Original "Field of Dreams" Movie Site, ci dice che la location del film è diventata meta di turisti, proprio come accadeva nel film

La fattoria e l'annesso campo da baseball che compaiono nella pellicola si trovano nello Iowa, nella Contea di Dubuque, vicino Dyersville. È possibile visitarli e fermarsi a giocare. In una delle scene finali del film questo era proprio il suggerimento della figlioletta di Ray Kinsella e, una lunghissima fila di auto che si apprestavano a raggiungere il campo, durante lo scorrere dei titoli di coda del film, era una conferma che ciò sarebbe accaduto, riuscendo ad impedire che Ray fosse costretto a vendere la fattoria per i debiti contratti per realizzare il suo sogno.

Soggetto[modifica | modifica sorgente]

Il film è tratto dal libro Shoeless Joe di William Patrick Kinsella e si basa sulla storia dello scandalo che nel 1919 costò la squalifica a otto giocatori dei White Sox, sei comprovati colpevoli (Eddie Cicotte, Oscar "Happy" Felsch, Arnold "Chick" Gandil, Fred McMullin, Charles "Swede" Risberg, Claude "Lefty" Williams), uno non implicato nella scommessa ma a conoscenza dei fatti (George "Buck" Weaver) e uno che si è dichiarato colpevole inizialmente, ma che ha poi ritrattato ed è stato sempre chiamato fuori dagli altri ("Shoeless" Joe Jackson)[3]. Nel libro Ray Kinsella si metteva alla ricerca di uno scrittore realmente esistito, J.D. Salinger, famoso per essersi auto esiliato.

Il titolo originale del film (Field of dreams) fu scelto dai produttori al posto del titolo del libro (Shoeless Joe) perché reputato più accattivante. Casualmente era proprio il titolo che l'autore W.P. Kinsella aveva scelto per il proprio libro, ma che poco prima della pubblicazione fu cambiato dal suo editore.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • L'attore Tom Hanks ha rifiutato il ruolo di Ray Kinsella. La pellicola rappresenta l'ultima interpretazione cinematografica di Burt Lancaster, peraltro accreditato solo nei titoli di coda.
  • Nella serie televisiva americana How I Met Your Mother, nell'episodio La strategia dell'architetto, Ted e Robin litigano perché Robin sostiene che "L'uomo dei sogni" sia un film noioso.
  • Anche nella serie televisiva americana Alphas nell' episodio 1x10 viene citato il film l'uomo dei sogni, durante una discussione tra Nina e Hicks.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Anche il film Otto uomini fuori del 1988 tratta di questo argomento
  2. ^ afi.com. URL consultato il 25 luglio 2010.
  3. ^ Eliot Asinof. Eight Men Out, Henry Holt & Co, New York

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema