L'uomo che sussurrava ai cavalli (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'uomo che sussurrava ai cavalli
Titolo originale The Horse Whisperer
Autore Nicholas Evans
1ª ed. originale 1995
1ª ed. italiana 1995[1]
Genere romanzo
Lingua originale inglese

L'uomo che sussurrava ai cavalli è un romanzo scritto da Nicholas Evans nel 1995, che racconta l'esperienza di una donna di nome Annie, di sua figlia Grace e di un uomo di nome Tom Booker.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo tratta la storia di Grace MacLean, una ragazzina che ha affrontato il trauma della perdita di un arto in seguito ad un incidente a cavallo in cui è morta la sua amica Judith. La madre di Grace, Annie, celebre editor di una rivista americana, decide di rivolgersi ad un sussurratore, Tom Booker, un uomo noto per la sua capacità di comprendere e lenire i traumi dei cavalli. Congedandosi temporaneamente dal lavoro Annie affronta un lungo viaggio verso lo stato del Montana, un territorio dalla selvaggia e maestosa bellezza dove risiede l'uomo che può aiutare il cavallo di Grace, Pilgrim, a riprendersi dallo spaventoso incidente che li ha coinvolti entrambi. Raggiunto il ranch dei Booker nel Montana, Annie e Grace si immergono in un mondo dalle splendide e vaste pianure sperdute fra le montagne americane dove incontrano Tom Booker, l'uomo che sussurra ai cavalli. Tom decide di aiutare Annie e Grace riuscendo a ridare la serenità ad entrambe, che assistono alla guarigione dell'amato cavallo e riscoprono la gioia di trascorrere del tempo insieme. Intanto fra Annie e Tom germoglia un forte sentimento d'amore e di passione che sarà la causa dell'estremo gesto di quest'ultimo, il quale porrà fine alla sua vita facendosi colpire dagli zoccoli di uno stallone.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Edizione italiana del 1995
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura