L'ultimo samurai (film 1967)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultimo samurai
Samurai rebellion.jpg
Tatsuya Nakadai e Toshiro Mifune nel duello finale
Titolo originale Jôi-uchi: Hairyô tsuma shimatsu (Samurai rebellion)
Paese di produzione Giappone
Anno 1967
Durata 128 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Masaki Kobayashi
Soggetto Yasuhiko Takiguchi (romanzo)
Sceneggiatura Shinobu Hashimoto
Yasuhiko Takiguchi
Interpreti e personaggi
Premi

L'ultimo samurai (Samurai rebellion; titolo originale: Jôi-uchi: Hairyô tsuma shimatsu) è un film del 1967 diretto da Masaki Kobayashi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1725 lo shogun Matsudaira ordina a Sosabara Yogoro, figlio del proprio samurai Sosabara Isaburo, di sposare la propria concubina Ichi (dalla quale aveva precedentemente avuto un figlio). Ma con la morte dell'erede al trono il figlio di Ichi diventa il nuovo erede allo shogunato, Matsudaira ordina a Yogoro di restituirgli Ichi. Isaburo si ribella a questa decisione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema