L'ultimo gigolò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultimo gigolò
Titolo originale The Man from Elysian Fields
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2001
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico, romantico
Regia George Hickenlooper
Sceneggiatura Phillip Jayson Lasker
Produttore Andy Garcia, David Kronemeyer, Andrew Pfeffer, Donald Zuckerman
Produttore esecutivo Paul Brooks, Joe Drago, Larry Katz, Morris Ruskin, Norm Waitt
Casa di produzione CineSon Entertainment, Fireworks Pictures, Gold Circle Films, Pfilmco, Shoreline Entertainment, TVA International
Fotografia Kramer Morgenthau
Montaggio Michael Brown
Effetti speciali Michael Backauskas (optical lineup)
Musiche Anthony Marinelli
Scenografia Franckie Diago
Costumi Matthew Jacobsen, Roberto Carneiro (costume supervisor), Jessica Torok
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'ultimo gigolò (The Man from Elysian Fields) è un film del 2001 diretto da George Hickenlooper.

È un film drammatico statunitense a sfondo romantico e psicologico con Andy Garcia, Mick Jagger, Julianna Margulies, James Coburn, Olivia Williams.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo che il suo ultimo libro non ha avuto alcun successo, l'incapacità del romanziere Byron Tiller di pagare finanche le bollette indebolisce il suo rapporto con la moglie. Alla disperata ricerca di qualsiasi tipo di reddito, incontra Luther Fox, un inglese che gestisce un esclusivo servizio di escort maschili chiamato Elysian Fields, e gli viene offerto un posto di lavoro come gigolò.

Nascondendo la sua nuova occupazione alla moglie, Byron incontra la sua prima cliente, Andrea, sposata con uno scrittore, molto più anziano di lei e vincitore del Premio Pulitzer, che Byron ammira molto. Insorgeranno varie complicanze che non gli consentiranno di separare facilmente i suoi obblighi professionali dai suoi interessi di natura privata.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, diretto da George Hickenlooper su una sceneggiatura di Phillip Jayson Lasker,[1] fu prodotto da Andy Garcia, David Kronemeyer, Andrew Pfeffer e Donald Zuckerman per la CineSon Entertainment, la Fireworks Pictures, la Gold Circle Films, la Pfilmco e la Shoreline Entertainment, la TVA International[2] e girato a Hollywood e a Los Angeles in California.[3]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu distribuito limited con il titolo The Man from Elysian Fields negli Stati Uniti dal 27 settembre 2002[4] al cinema dalla Samuel Goldwyn Films.[2]

Altre distribuzioni:[4]

  • in Canada il 13 settembre 2001 (Toronto International Film Festival) (première)
  • in Italia il 28 ottobre 2001 (MIFED Film Market)
  • negli Stati Uniti nel gennaio del 2002 (Sundance Film Festival)
  • negli Stati Uniti il 22 febbraio 2002 (AFM première screenings)
  • in Francia nel settembre del 2002 (Deauville Film Festival)
  • in Belgio il 9 ottobre 2002 (Gent International Film Festival)
  • ad Hong Kong il 28 novembre 2002
  • in Australia il 23 gennaio 2003
  • in Israele il 23 gennaio 2003
  • nei Paesi Bassi il 6 marzo 2003
  • in Canada il 18 marzo 2003 (L'homme d'Elysian Fields, home video)
  • in Argentina il 17 aprile 2003
  • in Belgio il 14 maggio 2003
  • in Finlandia il 18 giugno 2003 (The escort - seuralainen, in DVD)
  • in Italia il 4 luglio 2003 (L'ultimo gigolò)
  • in Norvegia il 16 luglio 2003 (home video)
  • in Grecia il 18 luglio 2003
  • in Nuova Zelanda il 23 luglio 2003 (home video)
  • nel Regno Unito il 26 gennaio 2004 (in DVD)
  • in Messico il 30 gennaio 2004 (Messico City)
  • in Spagna il 19 marzo 2004 (Servicio de compañía)
  • in Danimarca il 6 ottobre 2004 (Escort på deltid, in DVD)
  • in Portogallo il 10 marzo 2005
  • in Svizzera il 31 marzo 2005 (in DVD)
  • in Francia il 20 aprile 2005 (in DVD)
  • in Germania il 18 luglio 2005 (Ein Mann für geheime Stunden, in TV)
  • in Giappone il 7 febbraio 2007 (in DVD)
  • in Italia il 1 luglio 2007 (Festival dei Due Mondi)
  • in Svezia il 29 settembre 2007 (The Escort, in TV)
  • in Brasile (Confissões de um Sedutor)
  • in Ungheria (Egy férfi titkos órákra)
  • in Grecia (Synodos kyrion)

Critica[modifica | modifica sorgente]

Secondo Leonard Maltin il film è una "fiaba molto accattivante che crea un mondo tutto suo".[5]

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Le tagline sono:[6]

  • "Wealth affords the ultimate extravagance.".
  • "Pleasure is his business...Call him old-fashioned.".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) L'ultimo gigolò - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 16 marzo 2013.
  2. ^ a b (EN) L'ultimo gigolò - IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 16 marzo 2013.
  3. ^ (EN) L'ultimo gigolò - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 16 marzo 2013.
  4. ^ a b (EN) L'ultimo gigolò - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 16 marzo 2013.
  5. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2007, Dalai editore, 006, p. 4993, ISBN 8860181526. URL consultato il 16 marzo 2013.
  6. ^ (EN) L'ultimo gigolò - IMDb - Tagline. URL consultato il 16 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema