L'ultimo avventuriero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultimo avventuriero
L'ultimo avventuriero (film 1969).JPG
Bekim Fehmiu e Leigh Taylor-Young
Titolo originale The Adventurers
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1969
Durata 171 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,20 : 1
Genere avventura, drammatico, sentimentale, thriller
Regia Lewis Gilbert
Soggetto Harold Robbins
Sceneggiatura Michael Hastings, Lewis Gilbert
Produttore Lewis Gilbert
Casa di produzione Paramount Pictures, AVCO Embassy Pictures
Fotografia Claude Renoir
Montaggio Anne V. Coates
Effetti speciali Cliff Richardson
Musiche Antonio Carlos Jobim
Scenografia Anthony Masters, Aurelio Crugnola, John Hoesli, Jack Maxsted, Harry Pottle
Costumi Ronald Paterson
Trucco Stuart Freeborn, Nilo Jacoponi, Amalia Paoletti
Interpreti e personaggi

L'ultimo avventuriero (The Adventurers) è un film statunitense del 1969 diretto da Lewis Gilbert.

È un film d'avventura a sfondo romantico con Charles Aznavour, che interpreta un avventuriero che lascia Roma per vendicarsi di un ufficiale di polizia che gli ha ucciso la madre nell'immaginario stato sudamericano di Corteguay, Alan Badel e Candice Bergen. È basato sul romanzo L'ultimo avventuriero (The Adventurers) di Harold Robbins ed è liberamente ispirato alla vita del diplomatico e playboy dominicano Porfirio Rubirosa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Lewis Gilbert su una sceneggiatura di Michael Hastings e dello stesso Lewis Gilbert con il soggetto di Harold Robbins (autore del romanzo),[1] fu prodotto da Gilbert per la Paramount Pictures tramite la AVCO Embassy Pictures[2] e girato a Cartagena in Colombia, a Cinecittà a Roma e a Venezia, a Porto Rico e negli Stati Uniti[3] con un budget stimato in 17 milioni di dollari.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito negli Stati Uniti dal 25 marzo 1970[5] al cinema dalla Paramount Pictures. È stato poi pubblicato in DVD negli Stati Uniti dalla Paramount Home Video nel 2005.[2]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[5]

  • in Austria nel settembre del 1969 (Playboys und Abenteurer)
  • in Germania Ovest il 28 agosto 1970 (Playboys und Abenteurer)
  • in Svezia il 26 ottobre 1970 (Äventyrarna)
  • in Danimarca il 2 novembre 1970 (De smukke og de voldsomme)
  • in Finlandia il 25 dicembre 1970 (Hurjat seikkailijat)
  • in Portogallo il 5 maggio 1972 (Os Impostores)
  • in Turchia nel novembre del 1973 (Büyük macera)
  • in Polonia (Awanturnicy)
  • in Grecia (Epikindynoi tyhodioktes)
  • in Canada (Les derniers aventuriers)
  • in Spagna (Los libertinos)
  • in Brasile (O Mundo Dos Aventureiros)
  • in Italia (L'ultimo avventuriero)

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Le tagline sono:[6]

  • "Nothing has been left out of "The Adventurers"".
  • "What does it take to be a man among men? Dax has it in THE ADVENTURERS.".

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è "un melodramma avventuroso che trabocca di sesso, violenza, fuochi d'artificio, orge, amori lesbici".[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'ultimo avventuriero - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 30 settembre 2012.
  2. ^ a b L'ultimo avventuriero - IMDb - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione. URL consultato il 30 settembre 2012.
  3. ^ L'ultimo avventuriero - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 30 settembre 2012.
  4. ^ L'ultimo avventuriero - IMDb - Box office / incassi. URL consultato il 30 settembre 2012.
  5. ^ a b L'ultimo avventuriero - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 30 settembre 2012.
  6. ^ (EN) L'ultimo avventuriero - IMDb - Tagline. URL consultato il 30 settembre 2012.
  7. ^ Scheda di L'ultimo avventuriero su MYmovies

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema