L'ultima risata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultima risata
Una scena del film
Una scena del film
Titolo originale Der letzte Mann
Paese di produzione Germania
Anno 1924
Durata 77 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.37:1
Genere drammatico
Regia Friedrich Wilhelm Murnau Aiuto regia: Edgar G. Ulmer
Soggetto -
Sceneggiatura Carl Mayer
Produttore Erich Pommer
Casa di produzione UFA Universum Film
Fotografia Karl Freund
Musiche Giuseppe Becce, Florian C. Reithner
Scenografia Edgar G. Ulmer
Trucco Waldemar Jabs
Interpreti e personaggi

L'ultima risata (Der letzte Mann) è un film del 1924 diretto da Friedrich Wilhelm Murnau e interpretato da Emil Jannings. Il film uscì nelle sale in Germania il 23 dicembre 1924.

Ottime le tecniche di ripresa e le tematiche che consentono di penetrare nella ideologia autoritaria che il borghese tedesco ha introiettato.[1]


Il film è sopravvissuto fino ai nostri giorni.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista è il portiere del Grand Hotel Atlantic di Berlino, dapprima rispettato e riverito, e che in secondo tempo, viene degradato e confinato dalla direzione a sorvegliare i gabinetti, situati giù in basso, nel sottosuolo. Il portiere si sente crollare il mondo addosso anche perché l'ambiente in cui vive impietosamente lo deride. Ma il destino, e l'autore, sono benevoli e grazie ad una eredità dell'immancabile zio d'America, il protagonista ritorna nell'albergo, questa volta, come ricco cliente.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dall'Universum-Film Aktiengesellschaft (UFA) di Erich Pommer. Venne girato negli studi dell'UFA di Berlino e a Freigelände Neubabelsberg di Potsdam in 180 giorni di riprese, da marzo ad ottobre del 1924.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'happy ending del film, caso quasi unico all'interno del filone tedesco del Kammerspielfilm, fu imposto a Murnau dal produttore, per far acquisire al film un maggiore appeal commerciale. Il film fu distribuito in Germania il 23 dicembre 1923 dall'Universum-Film Aktiengesellschaft [UFA]. Negli USA, dall'Universal Pictures Corporation [Jewel] il 4 gennaio 1925.

Il film è stato restaurato e ne esistono diverse versioni, pubblicate in DVD da diverse case di distribuzione[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario del cinema", di Fernaldo Di Giammatteo, Newton&Compton, Roma, 1995, pag.86-87
  2. ^ vedi su SilentEra Video[1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4687190-1
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema