L'ultima casa a sinistra (film 1972)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultima casa a sinistra
Ultima casa a sinistra, L'.JPG
Krug incide il suo nome sul petto di Mari con un coltello
Titolo originale The Last House on the Left
Paese di produzione USA
Anno 1972
Durata 84 min, 91 min (versione non censurata),80 min versione italiana
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, orrore
Regia Wes Craven
Soggetto Wes Craven
Sceneggiatura Wes Craven
Produttore Sean S. Cunningham
Fotografia Victor Hurwitz
Montaggio Wes Craven
Effetti speciali Troy Roberts
Musiche David Hess
Scenografia Roy Walker
Costumi Susan E. Cunningham
Trucco Anne Paul
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'ultima casa a sinistra (The Last House on the Left) è un film horror statunitense del 1972 scritto e diretto da Wes Craven e prodotto da Sean S. Cunningham.

Il film uscì nelle sale statunitensi il 30 agosto 1972, mentre uscì nelle sale italiane il 20 giugno 1973.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film inizia a casa dei Collingwood, situata nella periferia di un tranquillo sobborgo. Una ragazza, Mari Collingwood, ha appena compiuto 17 anni, e ottiene dai suoi il permesso di passare il giorno del suo compleanno con la sua amica Phyllis, mentre la famiglia prepara i festeggiamenti per il compleanno. Le due incontrano in un negozio un ragazzo, Justin, che le invita a casa sua per fumare della marijuana. Ben presto però si rendono conto di essere cadute in trappola: in casa torna Krug, un criminale psicopatico, evaso e ricercato, che si nasconde lì con la sua banda di amici fuggitivi. Il gruppo imprigiona le due e violenta Phyllis per tutta la notte sotto gli occhi scioccati di Mari.

Il giorno dopo Krug porta le ragazze nel bosco dove decide di torturarle, prima di fuggire dal paese per evitare di essere catturati dalla polizia, che li cerca in tutto lo stato. Approfittando di un momento di distrazione, Phyllis riesce a fuggire ma viene raggiunta dal gruppo e sventrata a colpi di machete. Mari intanto cerca di convincere un titubante Justin a lasciarla andare, dato che sembra l'unico ad essere disgustato da quello che il padre e gli amici stanno facendo; tuttavia appena tenta la fuga viene fermata da Krug, che la violenta selvaggiamente e le incide poi il suo nome sul petto con un coltello; la ragazza tenta di scappare buttandosi nel lago e sfortunatamente viene raggiunta da un colpo di pistola alla schiena, senza però morire. Verso sera il gruppo decide, prima di fuggire dal paese, di farsi ospitare da qualcuno per la notte. Per un tragico caso, l'abitazione più vicina è l'ultima casa a sinistra, cioè quella dei genitori di Mari; la banda riesce a spacciarsi per dei venditori porta a porta a cui è accaduto un incidente, fino a quando i genitori si rendono conto delle cose trovando il cadavere della figlia appena fuori dalla porta e la collana di Mari prima sistemata da Justin per avvisare i genitori. Iniziano così la loro vendetta, mettendo in atto una vera e propria carneficina, uccidendo uno ad uno i componenti della banda in maniera brutale e sanguinosa.

Storia ed analisi[modifica | modifica sorgente]

I lavori del film cominciarono sotto il nome Night of Vengeance e la pellicola conteneva molte più scene di sesso estremo di quelle presenti nella versione definitiva del film. Il titolo fu cambiato più volte, da Sex Crime Of The Century a Krug & Co. (esiste ancora qualche copertina con questo titolo) prima di essere definitivamente intitolato L'ultima casa a sinistra.

La trama di L'ultima casa a sinistra è ispirata a quella de La fontana della vergine (1960) del regista Ingmar Bergman, vincitore del Premio Oscar come miglior film di lingua straniera.

Il film di Craven venne subito contestato e più volte tagliato e rimaneggiato dalla censura per la sua rappresentazione di forti scene di violenza, e anche per come Craven mostra tutto fino in fondo in scene crudeli, tra cui spicca quella dello stupro di Mari, dove la cinepresa rimane fissa durante l'intera sequenza sul volto della vittima e dello stupratore, e anche quella dello sventramento di Phyllis, dove Sadie estrae le interiora della ragazza e le maneggia per diversi minuti (all'epoca la scena era stata censurata completamente dal film, insieme a tutte quelle dove le ragazze sono costrette a rapporti lesbici. Tuttora la maggior parte delle copie del film mancano di queste sequenze). Ancora ai nostri giorni viene considerato uno dei film più controversi mai realizzati, anche se il film Non violentate Jennifer del 1978, appartenente allo stesso filone horror del cosiddetto "Rape and Revenge Movie", ha subito molte più contestazioni ed è essenzialmente molto più violento ed esplicito nelle scene di violenza sessuale, che si protraggono per diversi minuti. Craven nella scrittura di questo film fu molto influenzato dalle terribili e orripilanti immagini che vide in un metraggio sulla guerra in Vietnam, e decise di veicolare la repulsione verso quella terribile violenza.

Il film ha diviso l'opinione dei critici, i quali erano incerti se il film fosse un audace tentativo di rendere il concetto di violenza nei moderni film horror o piuttosto un film di violenza fine a se stesso, o una sorta di combinazione tra le due cose. Risulta comunque una interessante dimostrazione di come il genere horror riesca spesso ad analizzare la società in modo più concreto e disilluso di molti altri generi cinematografici: in particolare, il film mostra come, quando si tratta di vendicare i propri figli, la famiglia borghese e bene educata, che all'inizio del film viene mostrata mentre critica la quantità di violenza presente nei film horror apprezzati dalla figlia, arrivi poi a sprigionare una brutalità certo non inferiore a quella di Krug e la sua banda. Un'altra stoccata critica del regista sono le scene con i poliziotti, mostrati completamente impotenti nell'impedire l'uccisione di Mari e Phyllis e quindi di evitare che i loro genitori compiano una strage per vendicarle. Il pubblico, in ogni caso, andò in massa a guardare il film e lo giudicò, così come accadrà per Non aprite quella porta, un nuovo modo di rappresentare realisticamente la violenza nei film horror.

Wes Craven ha diretto diversi film horror, anche se L'ultima casa a sinistra resta il suo più controverso; gran parte di questi film sono assai noti come Le colline hanno gli occhi, A Nightmare on Elm Street, e Scream. Il produttore Sean S. Cunningham dal canto suo, decise negli anni ottanta di dar luce a uno dei più noti film horror di sempre: Venerdì 13.

Nel 2005, fu fatto un remake del film sotto il nome di Chaos ( pellicola da molti considerata più che un remake un plagio). Sebbene i creatori del film neghino qualsiasi collegamento a L'ultima casa a sinistra la trama del film è praticamente identica e anche il suo sito suggerisce qualche collegamento tra i due film. Tuttora questo film è inedito in Italia, e anche negli Stati Uniti è praticamente sconosciuto.

Polemiche nel Regno Unito[modifica | modifica sorgente]

Il film ebbe molti problemi con la censura in tutto il mondo, ma il caso nel Regno Unito fu quello che ebbe maggior risonanza.

Nel 1974, la BBFC rifiutò di riconoscere il certificato di rilascio per la proiezione del film nei cinema, a causa delle sue scene di sadismo e violenza. Comunque nei primi anni ottanta, grazie al boom dei videoregistratori di casa, fu pubblicata un'edizione VHS incensurata che non poteva essere sospesa. Tuttavia, in occasione dell'approvazione, nel 1984, del Video Recordings Act, "l'osceno film" sconvolse i supervisori che lo sospesero, finché esso non fu inserito dal Dipartimento delle Pubbliche Persecuzioni nella lista dei "film osceni". La situazione proseguì immutata fino agli anni novanta, ma, nel frattempo, si creò attorno a questa pellicola una sorta di leggenda nel Regno Unito, sostenuta dal critico Mark Kermode, che reputò il film come un importante classico.

Nel 2000, il film fu nuovamente presentato alla BBFC per ottenere la certificazione e nuovamente gli fu negata, anche se fu concessa una licenza per proiettarlo una volta a Leicester nel giugno del 2000. Dopo quest'unica proiezione, la BBFC chiarì la sua posizione riguardo al film: esso non avrebbe ricevuto più alcun tipo di certificazione e/o permesso; ne venne intrapresa la nuova realizzazione su nastro nel 2002. Quest'edizione tuttavia fu anch'essa un fallimento in quanto i distributori non avevano intenzione di tagliare alcune scene del film, come richiedeva la BBFC.

Alla fine il film è uscito in DVD nel maggio 2003 con 31 secondi tagliati. Le scene tagliate sono disponibili come slideshow nella sezione extra del disco, ed è anche presente un link ad un sito che permette di vedere le scene tagliate per intero. Ancora non è stato riconosciuto alcun permesso per la proiezione nei cinema, e non è nemmeno stata rilasciata una versione del DVD incensurata.

Il DVD italiano[modifica | modifica sorgente]

Il DVD italiano è stato distribuito dalla Raro Video, nella categoria Horror Club, in associazione con Minerva Pictures e Nocturno, in una collector's edition da 2 dischi. Il primo disco contiene il film in lingua italiana, il secondo, invece, presenta la versione integrale del film, ma è totalmente in inglese con i sottotitoli in italiano. Nel primo disco (quello della versione italiana) sono presenti extra inediti, tra i quali due documentari. Uno è Celluloid Crime of the Century, sottotitolato in italiano, dalla durata di 40 minuti (un documentario dove cast, crew, Craven e Cunningham parlano delle loro esperienze nel set, raccontando molti dei loro ricordi). Il secondo è Scoring Last House, dalla durata di 9 minuti e sempre sottotitolato, dove David Hess, l'interprete di Krug Stillo e il compositore delle musiche per il film, racconta le sue esperienza musicali prima del film e come ha creato la musica dello stesso, oltre che a parlare del personaggio di Krug. Gli ultimi due contenuti speciali di questo disco sono La filmografia di Wes Craven e La biografia di Wes Craven. Nel secondo disco (quello della versione integrale in inglese con i sottotititoli) ci sono sempre quattro contenuti speciali come nel disco precedente e sono un trailer originale inglese, un trailer tedesco (inspiegabilmente inserito), una galleria fotografica di alcune scene del film e di alcune scene che sono state definitivamente tagliate ed inifine una galleria fotografica di posters e locandine originali del film. All'interno della custodia, oltre ai due dischi, si trova anche un mini libretto di quattro pagine in totale che spiega in breve la creazione del film e, inoltre, vi è anche una traduzione in inglese accanto a quella italiana. Il mini libretto ha scritti anche alcuni membri del cast, della crew e delle caratteristiche tecniche del DVD. Il film, in Italia, è uscito solo in questa collector's edition. Non ha mai avuto altre edizioni in DVD.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Le riprese del film si svolsero tra il 2 ottobre e il 6 novembre del 1971
  • Il budget per il film era di 90.000$, anche se probabilmente ne sono stati spesi molti di meno
  • Il regista e gli sceneggiatori di Saw II - La soluzione dell'enigma, all'interno del DVD del film stesso, hanno dichiarato che ci sono molteplici allusioni al film L'ultima casa a sinistra. La più ovvia è quando Jigsaw dice all'investigatore Matthew che suo figlio è: "nell'ultima casa a sinistra".
  • Il film è una rilettura ad alto contenuto di violenza de La fontana della vergine di Ingmar Bergman.
  • Nel 1975 dal film è stato tratto una sorta di remake italiano intitolato: "L'ultimo treno della notte" diretto da Aldo Lado. Anche in questo film sono presenti forti scene di violenza ed una critica alla società dell'epoca.
  • Nella versione originale Junior è figlio di Krug, mentre nella versione italiana è solo un complice.
  • Il personaggio di Krug Stillo ha gettato le basi per il più famoso personaggio ideato da Craven, l'assassino dei sogni Freddy Krueger: entrambi erano depravati che uccidevano adolescenti.

Remake[modifica | modifica sorgente]

Dopo il semi-sconosciuto Chaos nel 2009 è stato realizzato un omonimo remake diretto da Dennis Iliadis e prodotto da Wes Craven e Sean S. Cunningham.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema