L'ottava moglie di Barbablù (film 1938)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ottava moglie di Barbablù
Titolo originale Bluebeard's Eighth Wife
Lingua originale Inglese, francese
Paese di produzione USA
Anno 1938
Durata 85 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono (Western Electric Mirrophonic Recording)
Rapporto 1,37:1
Genere Commedia
Regia Ernst Lubitsch
Soggetto dalla commedia La Huitième Femme de Barbe-Bleue di Alfred Savoir, tradotta da Charlton Andrews
Sceneggiatura Charles Brackett
Billy Wilder
Produttore Ernst Lubitsch
Produttore esecutivo William LeBaron (non accreditato)
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Leo Tover
Montaggio William Shea
Effetti speciali Farciot Edouart
Musiche John Leipold e George Parrish (musiche addizionali, non accreditati)
Tema musicale Werner R. Heymann (con il nome Werner Heyman) e Friedrich Hollaender (con il nome Frederick Hollander) (musiche originali)
Scenografia Hans Dreier e Robert Usher

A.E. Freudeman: arredatore

Costumi Travis Banton
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

doppiaggio anni '80

« Parliamo inglese, ma comprendiamo l'americano »
(cartello sulla vetrina di un negozio)

L'ottava moglie di Barbablù (Bluebeard's Eighth Wife) è un film del 1938 diretto da Ernst Lubitsch.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una ragazza sposa un uomo che ha già avuto sette mogli, consapevole del rischio impone un paio di condizioni: non si concederà a lui durante tutto il viaggio di nozze e questi dovrà risarcirle 100.000 $ all'anno se decidesse di lasciarla.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto da Ernst Lubitsch per la Paramount Pictures.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Paramount Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 18 marzo, presentato a New York il 23 marzo 1938.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) Bernard Eisenschitz, Jean Narboni (a cura di): Ernst Lubitsch, Cahiers du Cinéma / Cinématèque Française ISBN 2-86642-035-7
  • Guido Fink, Ernst Lubitsch, Il castoro cinema, La nuova Italia ed., Firenze - maggio 1977 Pag. 76

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema