L'orribile segreto del dr. Hichcock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'orribile segreto del dr. Hichcock
L'orribile segreto del Dr. Hichcock (film).JPG
Barbara Steele in una scena del film
Titolo originale L'orribile segreto del dr. Hichcock
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1962
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere horror
Regia Riccardo Freda (con lo pseudonimo di Robert Hampton)
Soggetto Ernesto Gastaldi (pseud. Julian Berry)
Sceneggiatura Ernesto Gastaldi
Produttore Luigi Carpentieri, Ermanno Donati per Panda Cinematografica
Fotografia Raffaele Masciocchi (pseud. Donald Green)
Montaggio Ornella Micheli (pseud. Donna Christie)
Musiche Roman Vlad
Scenografia Franco Fumagalli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'orribile segreto del dr. Hichcock è un film diretto da Riccardo Freda con Barbara Steele del 1962.

Trama[modifica | modifica sorgente]

A Londra, nel 1885, il Professore Bernard Hichcock è un importante medico che opera utilizzando un anestetico da lui stesso scoperto. Affetto da necrofilia, utilizza l'anestetico anche nei confronti della moglie, Margherita, in modo da farla dormire di un sonno profondo mentre la possiede. Una volta però sbaglia qualcosa e la povera moglie muore. Bernard decide allora di andarsene, perché tutto in quel posto gli ricorda Margherita. Affida la casa e il suo gatto alla domestica Martha. Dopo dodici anni ritorna con un'altra donna con cui si è risposato: Cynthia. Martha spiega loro che porterà via sua sorella malata di mente, venuta a vivere lì in quegli anni, il giorno dopo. Ben presto la nuova arrivata sente strani passi e vede stivaletti femminili. Bernard cerca di minimizzare, dicendo che ancora non si è ripresa del tutto dalla morte del padre.

Barbara Steel nei titoli del trailer

Cynthia, che intanto ha fatto la conoscenza del Dottor Kurt Lowe, collega del marito, vede Martha uscire da un passaggio segreto. Mossa dalla curiosità, di lì a qualche giorno, vi entra e vede Martha servire una donna, probabilmente sua sorella, ancora rimasta al castello. Bernard cerca sempre più di convincere la moglie che è di nuovo impazzita, ma Cynthia crede che quello che vede e sente sia vero. Anche Bernard inizia ad avere le visioni dell'ex-moglie e, per sbarazzarsi di Cynthia, mette del veleno sul latte che le porta a colazione. Cynthia però, non fidandosi, riesce, in un momento di distrazione del marito, a gettarlo su un vaso. Decide dunque di andare da Kurt, per far fare le analisi al bicchiere. Riportata a casa dal marito viene rinchiusa viva in una bara, ma spingendo per uscire, riesce a farla cadere per terra e a liberarsi. Le analisi confermano che c'era veleno. Kurt corre al castello; Cynthia intanto è stata appesa con la testa in giù e Bernard vuole usare il suo sangue per ridare eterna giovinezza a Margherita. Arriva Kurt, richiamato dalle urla di Cynthia e inizia una zuffa con Bernard, che provoca un incendio nel castello. Kurt ha la meglio e salva Cynthia.

Note[modifica | modifica sorgente]

Il film venne girato in una villa di Roma ai Parioli in dodici giorni.

Distribuzione della pellicola[modifica | modifica sorgente]

  • Uscita in Italia Italia: 30 giugno 1962
  • Uscita negli Stati Uniti Stati Uniti: 2 dicembre 1964
  • Uscita in Francia Francia: 9 dicembre 1964

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema