L'onore e il rispetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'onore e il Rispetto
L'onoreEIlRispetto.png
Logo della sigla della prima stagione
Paese Italia
Anno 2006 – in produzione
Formato serie TV
Genere period drama
Stagioni 3
Episodi 18
Durata 100 min (episodio)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Salvatore Samperi, Luigi Parisi, Alessio Inturri
Soggetto Teodosio Losito
Sceneggiatura Teodosio Losito, Laura Sabatino, Luigi Montefiori
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Marco Cristiani
Montaggio Vanio Amici
Musiche Savio Riccardi
Scenografia Virginia Vianello
Costumi Stefano Cioncolini
Produttore Janus International
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 5 settembre 2006
Al in corso
Rete televisiva Canale 5
Premi

L'onore e il rispetto è una serie televisiva italiana trasmessa da Canale 5. È formata da tre stagioni di sei episodi ciascuna: la prima è andata in onda nel 2006, la seconda nel 2009 e la terza nel 2012. La prima stagione è stata diretta da Salvatore Samperi, la seconda dallo stesso Samperi (morto prima della messa in onda) e da Luigi Parisi, e la terza stagione da quest'ultimo e Alessio Inturri. La serie è il trampolino di lancio nel mondo delle fiction per Gabriel Garko e ha ospitato diversi attori di fama internazionale, fra i quali: Virna Lisi, Giancarlo Giannini, Paul Sorvino, Ángela Molina, Vincent Spano, Eric Roberts, Ben Gazzara, Ray Lovelock e Alessandra Martines.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Mascalucia, Sicilia 1956: Ersilia Fortebracci è una donna moderna e sognatrice che desidera una vita diversa e lontana dalla Sicilia in cui vive. Alla morte del suocero, finalmente riesce a convincere il marito, Pasquale, a vendere l'eredità del defunto patriarca e a lasciare la Sicilia per cominciare una nuova vita al nord con i suoi due figli Tonio e Santi, con la speranza di arricchirsi. A Torino, Nino Vitale, cugino di Ersilia, procura assieme a Don Pippo Bastianelli detto "O'Calabrese", rispettato e potente signore del quartiere, un'abitazione e un negozio per Pasquale. Al fine di comperare la merce per il negozio, Pasquale s'indebita con Pippo O'Calabrese, e quest'ultimo con l'aiuto del boss mafioso Don Rosario Liberati fa rapinare il negozio prima dell'apertura. Pasquale è ora sul lastrico e sconfortato si suicida. Ersilia dopo il lutto che colpisce improvvisamente la sua famiglia impazzisce e viene internata in un manicomio, dal quale evade una notte; mentre vaga in stato di shock per le strade di Torino viene investita da un'automobile e muore. Se Santi reagisce al dolore studiando per diventare magistrato, diversamente Tonio cerca vendetta per i suoi genitori, alleandosi con la mafia locale, rappresentata dal boss Don Calogero Rocca. Le vicende dei due fratelli si susseguono nell'arco temporale di 10 anni. Tonio diventa un ricercato e vive un matrimonio travagliato con una donna per cui ha perso la testa ma che non lo ha mai ricambiato, Olga, il primo amore di suo Santi. Ritroviamo invece Santi da affermato giudice, marito della dolce Melina Bastianelli e padre di Antonia (che Melina ebbe proprio 10 anni prima da Tonio, che la abbandonò dopo poco) e del piccolo Salvatore. Nel finale Tonio si troverà a dover andar contro a tutto ciò in cui ha sempre creduto: la mafia lo ha tradito, Olga se n'è andata e Antonia è stata rapita da Calogero Rocca. Questo spiacevole avvenimenti segnerà il riavvicinamento fra lui e Santi, ma lo vedrà in fin di vita dopo una sparatoria con dei picciotti, una volta aver liberato Antonia e aver ucciso Rocca.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Siamo nella Sirenuse del 1969, dove l'avvincente e drammatica saga della famiglia Fortebracci prosegue con Tonio che, sopravvissuto alla sparatoria nella quale ha ucciso don Calogero Rocca, cerca in ogni modo di riabbracciare sua moglie Olga. Il destino però è ancora avverso e si abbatterà su di lui rendendo la vendetta il suo unico obiettivo di vita. Infatti, la donna muore in un incidente stradale con il nuovo compagno, che voleva lasciare per amore di Tonio: solo Nicolas, il loro unico figlio di cui Tonio ignorava la nascita, si salva dalla tragedia. Convinto da Santi, Tonio si costituisce, ma la vita in carcere è impossibile da quando la famiglia Rocca lo ha condannato a morte. Per compiere la sua vendetta, la matriarca donna Rosangela Rocca, compreso che suo figlio Dario è dipendente dalla droga e non può più prendere le redini del clan, si allea con il più potente dei boss, Don Fred Di Venanzio.

Fred ha tre nipoti orfani: Rodolfo, appena tornato da Beirut; la bella ventenne Carmela; il quindicenne Fortunato. Rodolfo stupra segretamente Carmela da anni mentre Fortunato lo ammira, ignaro della sua follia. Mentre Tonio è in carcere, Nicolas viene affidato a Santi, ma due degli uomini di Rodolfo, in disaccordo con zio Fred, gli tendono una trappola e lo trucidano con Nicolas in braccio. La morte del fratello e del figlio spinge Tonio, uscito di galera, ad allearsi con il magistrato che sostituisce Santi, Francesca De Santis. Francesca prova un sentimento per Tonio, ma lui, entrato nella Cupola mafiosa e designato da un moribondo Fred come il suo successore, conosce e si innamora di Carmela, ancora vittima di Rodolfo. L'uomo, innamorato della sorella minore, si mette contro Fred e diventa il più grande nemico di Tonio. Sullo sfondo del disfacimento della famiglia Rocca (Rosangela si lascia morire dopo gli omicidi di Dario e Assunta, la sua primogenita, per mano di Rodolfo), Carmela sta per dimenticare il suo doloroso passato partendo per l'America e Tonio scopre che l'esecutore materiale dell'omicidio di Santi e Nicolas altri non è che il suo nuovo braccio destro, Fortunato Di Venanzio, che dopo la morte di Rodolfo, ucciso proprio da Fortebracci, lo tratta come un altro fratello. Tonio si intrufola nella stanza di Fortunato per eliminarlo, ma lui lo precede e gli spara al petto. L'ultima scena vede l'arrivo di Francesca De Santis, ormai pazzamente innamorata del suo amico mafioso, in villa Di Venanzio, dopo essere venuta a sapere che Tonio sta per morire.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Tonio passa un mese in coma, dopo la sparatoria con Rodolfo Di Venanzio. Dopo essersi risvegliato, è ormai stufo di vivere le guerre di mafia da protagonista e il suo unico desiderio è poter stare con la sua famiglia dopo aver scoperto di essere il padre biologico di Antonia. Ritrovata la cognata Melina, i due progettano di sposarsi per dare un padre ad Antonia e Salvatore. Tonio decide allora di collaborare con la giustizia, rappresentata dal giudice Francesca De Santis, nel mirino delle cosche e migliore amica di Tonio, di cui è innamorata. La donna gli rivela i nomi dei componenti della nuova Cupola mafiosa: al vertice ci sono i Mancuso, il cui patriarca è Don Tano, e a seguire ci sono i Patrono, i Veneziani, i Romeo e per ultimo Fortunato Di Venanzio, che ha ereditato la crudeltà dal fratello Rodolfo, mentre Carmela vive in un convento di suore e sta per partire per New York. Un nuovo personaggio, però, si insinuerà nella vita di tutti.

Si chiama Concetta De Nicola, detta da tutti la Tripolina, una ex prostituta che lavora per Mancuso. Ha cinque figli, avuti tutti da uomini diversi. Il primo è Ettore, che è in galera, il secondo è Giasone, braccio destro della madre, il terzo si chiama Paride, il più saggio e sensibile della famiglia (vorrebbe una vita lontano dal sangue versato dai siciliani con la fidanzata Erminia), la quarta è Venere, di sedici anni, la preferita di Tripolina perché femmina come lei e che fa vivere in un collegio, lontano dalla malavita, e l'ultimo ha solo otto anni, Patroclo, che però verrà dato quasi subito in affidamento ad un'altra famiglia (toccante la scena in cui la Tripolina si reca fuori scuola per portargli un orsacchiotto e il bambino non la riconosce chiamando "mamma" la madre adottiva che se lo porta via). Quando Fortunato Di Venanzio, violenta e uccide Venere inscenando un suicido, per la Tripolina è l'inizio di un'immane sofferenza e voglia di vendetta. Così come Tonio, che vede Melina e Salvatore morire a causa di una bomba a un passo dalle nozze, a causa dei figli della Tripolina che avevano piazzato la bomba nell'auto di Melina per conto di Don Tano Mancuso. Grazie a Francesca che lo copre, Tonio evita il carcere e scopre che il vero mandante dell'omicidio del fratello e del figlio è il vecchio Saro Ferlito, detto "U' Burattinaio". Tonio si finge così alleato di Saro e finisce per conoscere i suoi amici americani andando lui stesso a New York. Intanto Fortebracci stringe amicizia con la Tripolina, e i due decidono di vendicarsi dei figli dei mafiosi della Cupola che hanno distrutto la felicità di entrambi. Fortunato è stato già sgozzato dalla Triopolina prima che conoscesse Tonio, ma questo Carmela non lo sa: infatti, dopo una notte d'amore con lui, lo abbandona per sempre credendo che sia stato lui ad uccidere Fortunato, e non gli dice di aspettare un figlio suo. Di nuovo a Sirenuse, Tonio cerca un'azienda che sta fallendo per appropriarsene ed usarla per portare la cocaina dall'Italia all'America. Sceglie così la "Lugorium", di proprietà del barone attivista anti-mafia Everaldo De Nisi, padre della bella Fabiola e zio dell'ambiziosa Angelica, che vive all'ombra della cugina. Un susseguirsi di morte e rovina fa ripiombare Tonio nella disperazione: Francesca gli fa da scudo prima che venga ucciso da una raffica di proiettili, rimanendo uccisa. Sia Fabiola che Angelica si innamorano di Tonio, ma la seconda elimina prima lo zio Everaldo e poi la stessa Fabiola e costringe Tonio a sposarla. Con l'aiuto di Tonio, la Tripolina irrompe al matrimonio della figlia di Don Tano e compie una strage, lasciando vivere solo la famiglia Mancuso, che obbliga a fare da servi a lei e qui suoi figli. Carmela mette contro un padre e un figlio: il malavitoso Tom Di Maggio (lo stesso con cui Fortebracci contratta per conto di Ferlito) si contende il suo amore con il figlio Lee. Da Torino arriva il commissario René Rolla, l'ex marito della defunta Francesca, per sostituirla nella Procura di Sirenuse. I killer americani (affiliati a Di Maggio) vogliono fregare i Ferlito e quindi anche Tonio, e Paride si mette contro la sua intera famiglia per fuggire con l'amata Erminia, finendo ferito, seppur lievemente, dal suo stesso fratello Paride. Paride ucciderà Erminia e poi perirà lui stesso per opera di Paride. Il maggiore Ettore viene arrestato e la Tripolina viene assassinata da Tano, che uccide anche sua moglie e i suoi figli e poi si suicida, mettendo fine alle sofferenze per la perdita di tutte le persone a lui care. Tonio uccide finalmente Saro Ferlito e suo nipote Billy e si auto proclama nuovo padrino di Cosa Nostra. Nel frattempo a New York Carmela, sempre più convinta che sia stato Tonio a sgozzare Fortunaro, respinge Lee e fa credere a Tom di essere incinta di lui. I due si sposano e il bebè nasce. Ma la prima richiesta che fa la neo signora Di Maggio è che Tonio Fortebracci venga ucciso. Tonio, rimasto solo ma sempre sostenuto dall'unico amico rimastogli, Ricky, che tiene al sicuro la figlia Antonia, arriva in America e si trova di fronte Carmela e Tom, che gli punta una pistola intenzionato a mettere fine alla sua vita. Il dubbio che Tonio possa essere morto, mette fine alla terza serie.

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2014 sono iniziate le riprese degli episodi della quarta stagione. Dagli spoiler è stato anticipato che le new entry della serie saranno: Barbara De Rossi, Stefano Dionisi, Lina Sastri, Alessandra Barzaghi e Nunzio Giuliano.[senza fonte]

Attori nelle diverse serie[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gabriel Garko

Serena Autieri

e Manuela Arcuri nel ruolo di Nella

e con Virna Lisi

e con la partecipazione di Giancarlo Giannini

Giuseppe Zeno

Cosima Coppola

Guia Jelo

e Luigi Maria Burruano

Cristiano Pasca

Gerardo Amato

e con Pino Caruso nel ruolo di Don Calogero

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gabriel Garko

e con Vincent Spano

Cosima Coppola

Giuseppe Zeno

Elena Russo

e con Valeria Milillo

Gabriele Rossi

Cristiano Pasca

e con Laura Torrisi nel ruolo di Carmela

e con Angela Molina

e con Alessandra Martines

e con Ben Gazzara

e con Paul Sorvino

e con la partecipazione straordinaria di Serena Autieri

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gabriel Garko

Giuliana De Sio

e Alessandra Martines

Cosima Coppola

e con Laura Torrisi nel ruolo di Carmela

e con Eric Roberts

Francesco Testi nel ruolo di Renè Rolla

Lidia Giordano

Martina Pinto

Cristiano Pasca

e con la partecipazione di Toni Bertorelli

e con Ray Lovelock nel ruolo di Everaldo De Nisi

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 6 2006
Seconda stagione 6 2009
Terza stagione 6 2012

Personaggi ed interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Fortebracci[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio "Tonio" Fortebracci interpretato da Gabriel Garko (stagioni 1-in corso), protagonista assoluto della storia; ragazzo di bell'aspetto che dopo la morte del padre inizia la sua carriera criminale compiendo furti o rapine. In breve tempo entra nelle grazie della mafia divenendone il tesoriere. Dopo la strage di quasi tutta la sua famiglia, si ribella all'organizzazione e con l'aiuto di Tripolina riesce a eliminare uno ad uno tutti i boss. Durante la storia ha avuto diverse relazioni, le più importanti con Olga, Melina e Carmela che gli hanno dato 3 figli. C'è del buono nel suo cuore.
  • Antonia Fortebracci interpretata da Beatrice Galati (stagioni 1-in corso), la figlioletta di Tonio, nata da lui e Melina, ma cresciuta da Santi, poiché Tonio non voleva saperne di lei, in quanto nipote di Don Pippo O' Calabrese, l'uomo responsabile della morte di Pasquale Fortebracci, il padre di Tonio e Santi. La bambina si affezionerà tanto a Tonio, quando scoprirà che è suo padre.
  • Pasquale Fortebracci - Gerardo Amato (stagione 1), padre di Tonio e Santi, è un onesto proprietario di un negozio di elettrodomestici, che verrà derubato ed allora si suiciderà lasciando la famiglia nella disperazione.
  • Ersilia Romeo - Virna Lisi (stagione 1), madre di Tonio e Santi, donna forte e progressista, ma dopo la morte del marito impazzisce e viene ricoverata dal figlio in una clinica; muore investita da un camion durante un tentativo di fuga.
  • Olga Miglio - Serena Autieri (stagioni 1-2), bionda indossatrice di Torino e grande amore di Tonio. La donna sembra preferire il fratello minore Santi, ma sposerà Tonio per non essere uccisa dalla mafia, e dal loro vero amore avrà un figlio. La donna morirà in un incidente d'auto causato dal mafioso Rodolfo Di Venanzio.
  • Santino "Santi" Fortebracci - Giuseppe Zeno (stagioni 1-2), fratello di Tonio, diventato magistrato, sembra essere contro di lui, ma nel corso della storia si ritroveranno. Dopo essere scampato per due volte a agguati mafiosi, viene ucciso insieme al nipote Nicolas da Fortunato Di Venanzio.
  • Melina Bastianelli - Cosima Coppola (stagioni 1-3), moglie di Santi, pur avendo avuto precedentemente Antonia da Tonio, è una donna dolce, sensibile e delicata. Dopo la morte di Santi, torna con Tonio, ma perde la vita in un attentato mafioso per mano di Giasone De Nicola.
  • Salvatore Fortebracci - Luca Bastoni (stagioni 1-3), figlio di Melina e Santi, cresciuto con la sorella adottiva-cugina Antonia, sembra avere molta stima dello zio Tonio; muore insieme a Melina esplodendo nell'auto.
  • Angelica De Nisi - Lydia Giordano (stagione 3), seconda moglie di Tonio che ha costretto a sposarla; si tratta di una pazza psicopatica responsabile degli omicidi del barone De Nisi e sua figlia Fabiola. Dopo l'ennesimo ricatto viene uccisa proprio dal neo marito.
  • Nicolas Fortebracci (stagione 2), il figlioletto di Tonio ed Olga, preso in custodia da Santi, dopo la morte della madre e l'arresto temporaneo del padre. Muore mitragliato assieme allo zio, poiché Santi lo aveva in braccio.
  • Rocco Fortebracci (stagione 1), il nonno di Tonio e Santi, padre di Pasquale. Autoritario, muore di infarto all'inizio della prima puntata; la sua morte spinge la famiglia Fortebracci a partire per Torino dando inizio alla storia.
  • Figlio neonato di Tonio e Carmela (stagioni 3-in corso), nasce alla fine della terza stagione dopo la relazione tra Tonio e Carmela, poi finita. Per vendicarsi del suo ex, Carmela sposa Tom Di Maggio convincendolo che il bambino sia suo.

Cosche Mafiose[modifica | modifica wikitesto]

Fam. Rocca

  • Don Calogero Rocca - Pino Caruso (stagione 1), boss mafioso che assolda Tonio come suo uomo per compiere bassa manovalanza. Si rivelerà un traditore nei confronti di Tonio che non esiterà ad ucciderlo, aiutato dal fratello Santi.
  • Rosangela Rocca - Angela Molina (stagione 2), moglie del boss mafioso Don Calogero, dopo la sua morte medita vendetta nei confronti di Tonio e Santi Fortebracci. Segretamente innamorata di Fred Di Venanzio, Rosangela prende il comando della sua famiglia diventando un fattore importante per la Cupola mafiosa. Dopo la morte dei figli Assunta e Dario farà credere di collaborare con la polizia e per questo verrà fatta uccidere dalle altre famiglie.
  • Assunta Rocca - Elena Russo (stagione 2), figlia dei Rocca, odia suo padre per via dei traffici mafiosi. In ogni modo tenta di allontanare il fratello Dario dalle famiglie della cosca. Lo scontro con la madre la spinge ad avvicinarsi a Rodolfo Di Venanzio che punta alla distruzione della famiglia Rocca. Cade vittima dello stesso Rodolfo dopo che cerca di denunciarlo allo zio Fred.
  • Dario Rocca - Sergio Arcuri (stagione 2), figlio dei Rocca, è un ragazzo ingenuo e appassionato di musica. È combattuto tra la sorella Assunta e la madre Rosangela. Muore a causa di un'overdose. In realtà il padre biologico del ragazzo e Don Fred Di Venanzio.

Fam. Di Venanzio

  • Don Fred Di Venanzio - Ben Gazzara (stagione 2), capo della cupola mafiosa. Zio dei Di Venanzio, è innamorato di Rosangela Rocca. Comincia a dare la caccia al nipote Rodolfo, divenuto una mina incontrollabile. Dopo che lo ha catturato, benedice il matrimonio tra Tonio e la nipote Carmela ma muore durante l'ultimo episodio della seconda serie.
  • Rodolfo Di Venanzio - Vincent Spano (stagione 2), deciso a conquistare la poltrona principale nella cupola, tenta di ottenere il patrimonio della famiglia Rocca dividendo i figli da Donna Rosangela. È mandante dell'omicidio di Santi e Nicholas Fortebracci e proprio per questo entra in conflitto con la cupola che cerca in ogni modo di bloccarlo. Dopo aver provocato la morte di Dario e aver materialmente ucciso Assunta, viene catturato dallo zio Fred e poi si suicida.
  • Carmela Di Venanzio in Maggio - Laura Torrisi (stagioni 2-in corso), sorella di Fortunato e Rodolfo è una ragazza dolce e sincera. Si innamora di Tonio Fortebracci e vive con orrore la presenza del fratello Rodolfo che da sempre la stupra. La donna ottiene l'aiuto dello Zio che la libera del suo acerrimo nemico. Quando Tonio lo uccide, Carmela si ritiene tradita e lascia il Fortebracci (ormai divenuto il nuovo padrino). Alcuni mesi dopo, i due si rincontrano e cedono alla passione, proprio la mattina seguente il fratello della ragazza, Fortunato, viene trovato decapitato. Carmela sospettando di Tonio giura vendetta e fugge in America, dove fingendosi incinta di Tom Di Maggio, fa giurare al boss di uccidere Tonio.
  • Fortunato Di Venanzio - Gabriele Rossi (stagioni 2-3), esecutore dell'omicidio di Santi e Nicholas Fortebracci, tenta di uccidere Tonio che l'ha scoperto. Viene decapitato dalla Tripolina in quanto responsabile della morte di Venere.
  • Zia Rosa - Nellina Laganà (stagioni 3-in corso)

Fam. Mancuso

  • Don Tano Mancuso - Mario Cordova (stagione 3), capo della cupola dopo la morte di Fred Di Venanzio, cade vittima del ricatto della Tripolina, da sempre sua schiava desiderosa di vendetta. Stermina la sua famiglia e la stessa Tripolina poco prima di uccidersi con un colpo di pistola.
  • Rosalia Mancuso - Rosa Pianeta (stagione 3)
  • Patrizio Mancuso - Liborio Natali (stagione 3)
  • Santina Mancuso - Federica De Cola (stagione 3)
  • Fulvio Mancuso - Domenico Balsamo (stagione 3)

Fam. Ferlito

  • Don Saro Ferlito detto U' Burattinaio - Toni Bertorelli (stagione 3), è colui che ha autorizzato Rodolfo ad uccidere Santi e Nicholas. Viene utilizzato da Tonio per arrivare al centro della Cupola. Dopo essere diventato il Padrino, Tonio, lo uccide vendicando il fratello e il figlio.
  • Billy Ferlito - Carmelo R. Cannavò (stagione 3), nipote di Saro, viene ammazzato da Tonio.
  • Jennifer Miller - Giulia Rebel (stagioni 3-in corso), è fidanzata di Billy Ferlito e amante del figlio di Tom Di Maggio. Incaricata da Di Maggio di uccidere Tonio, viene smascherata e comunica allo stesso che Fortebracci è diventato il nuovo Padrino.

Fam. De Nicola

  • Concetta De Nicola detta Tripolina - Giuliana De Sio (stagione 3), da sempre compie bassa manovalanza per le famiglie mafiose. Alla morte della bella figlia Venere avvenuta per mano di Fortunato Di Venazio e dei figli dei boss, addestra i figli maschi ad uccidere e organizza la sua vendetta, supportata da Tonio e in parte da Francesca De Santis. Muore per mano di Don Mancuso.
  • Ettore De Nicola interpretato da Valerio Morigi (stagioni 3-in corso)
  • Giasone De Nicola - Giulio Forges Davanzati (stagione 3)
  • Paride De Nicola interpretato da Federico Maria Galante (stagioni 3-in corso)
  • Erminia Mannino - Viola Velasco (stagione 3)
  • Venere De Nicola - Adua Del Vesco (stagione 3)
  • Patroclo De Nicola - Christian Roberto (stagione 3)

Fam. Di Maggio

  • Tom Di Maggio interpretato da Eric Roberts (stagioni 3-in corso), padrino della mafia di New York, viene ingannato da Carmela e decide di uccidere Tonio.
  • Lee Di Maggio interpretato da Cristopher Leoni (stagioni 3-in corso), figlio di Tom e amante di Jennife , è innamorato di Carmela e intuisce che il suo è un inganno ai danni del padre.

Altre famiglie e affiliati

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo "Ricky" Zito - Cristiano Pasca (stagioni 1-in corso), fedele, sin dall'inizio, e migliore amico di Tonio.
  • Michele "Mickey" Rapace - Renato Marotta (stagione 1), uno dei migliori amici di Tonio. Viene ucciso dall'amico perché ha scoperto che lo tradiva per conto del boss Don Rosario Liberati.
  • Don Luigi - Gianfranco Barra (stagione 1)
  • Giulia - Tiziana Lodato (stagione 1)
  • Giovanni "Nino" Vitale - Antonio Giuliani (stagione 1)
  • Nella - Manuela Arcuri (stagione 1), alleata di Tonio viene uccisa da Mickey che lo stesso Tonio e Ricky lo consideravano un amico.
  • Maria, amica di Nella - Silvia De Santis (stagione 1)
  • Madre di Nella - Guia Jelo (stagione 1)
  • Patrigno di Nella - Gianni Parisi (stagione 1)
  • Saverio Sala - Stefano Davanzati (stagione 1)
  • Cesare Politi - Giovanni Scifoni (stagione 1)
  • Edoardo Sala - Attilio Fontana (stagione 1)
  • Don Raffaele interpretato da Davide Lorino (stagioni 2-in corso)
  • Klaus, fidanzato di Olga - Tobias Hoesl (stagione 2)
  • Alma Vinci - Valeria Milillo (stagione 2), giornalista alleata di Santi Fortebracci, muore durante l'agguato al Magistrato.
  • Dottor Emilio Fidemi - Giampiero Cicciò (stagione 2)
  • Manlio Vascello, cugino di Melina - Gabriele Greco (stagione 2)
  • Mimì, sorella di Vituzzo - Valentina Persia (stagione 2)
  • Everaldo De Nisi - Ray Lovelock (stagione 3), dopo aver stretto un accordo con Tonio viene ucciso dalla nipote Angelica.
  • Fabiola De Nisi - Martina Pinto (stagione 3), innamorata perdutamente di Tonio viene ammazzata dalla cugina Angelica, che simula un suicidio.

Forze dell'ordine

  • P.M. Giulio Donelli interpretato da Federico Scribani Rossi (stagioni 1-in corso), è il procuratore torinese che conduce le indagini contro la mafia dalla prima serie. Costituisce il pool antimafia a Torino e viene subito affiancato da Santi Fortebracci e dopo la sua morte i suoi alleati sono Francesca De Santis e Renè Rolla.
  • Giudice Francesca De Santis - Alessandra Martines (stagioni 2-3), arriva da Torino a sostituire Santi Fortebracci e conta sull'appoggio del fratello dell'ex giudice, Tonio Fortebracci. Il nuovo procuratore di Sirenuse si impone immediatamente e porta una ventata di speranza e di cambiamento in procuro, questo sarà motivo di scontro con il Procuratore capo Trapanese. Francesca riesce a far arrestare dei pericolosi narcotrafficanti libanesi e diversi uomini dei Di Venanzio, bloccando così un grosso carico di droga e scoprendo che i responsabili della morte di Santi e Nicolas Fortebracci sono Fortunato e Rodolfo Di Venanzio. Quando Tonio viene ferito, la De Santis fa nascondere la famiglia dell'uomo e lo convince a diventare collaboratore di giustizia. Riesce anche a far luce sull'omicidio della figlia della Tripolina, Venere De Nicola e sulla morte dei figli dei capi-cosca. La sua condanna a morte è segnata e nonostante Tonio riesca a salvarla inizialmente, fa da scudo umano all'uomo che non ha mai smesso di amare, morendo fra le sue braccia.
  • Procuratore Trapanese interpretato da Gilberto Idonea (stagioni 2-in corso), principale antagonista di Giulio Donelli e Francesca De Santis, cerca in ogni modo di nascondere le responsabilità di Cosa Nostra negli omicidi che sconvolgono la cittadina. Da sempre servitore della cupola, continua a servire Tonio Fortebracci, quando diviene il nuovo padrino.
  • Commissario Renè Rolla interpretato da Francesco Testi (stagioni 3-in corso), ex marito di Francesca De Santis, arriva in Sicilia in aiuto del magistrato. L'uomo comprende subito che Francesca non è più lucida ed è innamorata di Fortebracci. Dopo l'omicidio della donna, Renè giura vendetta contro Tonio e tutti i mafiosi.

Musiche[modifica | modifica wikitesto]

I titoli dei brani di Savio Riccardi presenti nelle puntate della fiction:

L'onore e il Rispetto

  • Onore E Rispetto
  • Don Calogero
  • Ersilia
  • Il Sogno Di Olga
  • Il Sogno Di Olga (Reprise)
  • Melina
  • Muro Contro Muro
  • Nella
  • Onore E Rispetto (Versione Drammatica)
  • Tammorriata Criminale
  • Tema Di Tonio

L'onore e il Rispetto Parte Seconda

  • L'Onore E Il Rispetto Parte Seconda
  • Rodolfo
  • La Cupola
  • Hotel Roma
  • Funerale
  • Al Mercato
  • Tonio E Carmela
  • Sicilianesca
  • Torbido Segreto
  • Senza Via Di Scampo
  • Tonio E Melina
  • Rimpianti
  • Fantasmi Del Passato
  • L'Onore Sopra Tutto

L'onore e il Rispetto Parte Terza

  • Onore e Rispetto (Extended Version)
  • Elegia
  • Il Burattinaio
  • Nuova York
  • Vento di Sirenuse
  • Tripolina

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione