L'ombra del sospetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ombra del sospetto
Titolo originale The Other Man
Paese di produzione Regno Unito, USA
Anno 2008
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico, thriller
Regia Richard Eyre
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'ombra del sospetto è un film del 2008 diretto da Richard Eyre.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Lisa (Laura Linney) è un’affermata stilista di scarpe felicemente sposata con Peter (Liam Neeson) esperto informatico. La coppia è apparentemente esemplare e i due coniugi sembrano vivere la loro vita matrimoniale con una reciproca e profonda intesa. Ma una sera, dopo che Lisa ha appena presentato con successo una nuova collezione di scarpe, la donna appare turbata e pone al marito alcune domande misteriose. Tra queste, se lui avesse mai avuto il desiderio di tradirla. Segue un'ellissi temporale nel racconto filmico.

La scena mostra ora Peter che svuota la casa da tutti gli oggetti della moglie. Tra i due sembra essere successo qualcosa di molto grave. Lisa è assente; forse se n'è andata. Ha lasciato a casa cellulare, computer e vestiti. Di lei non c'è più traccia e Peter non riesce a darsi pace. La figlia della coppia, allora, consegna al padre un messaggio scritto da Lisa e consegnato a lei perché lo nascondesse e lo custodisse fino al momento opportuno. Attraverso il messaggio (che è la password di una cartella criptata presente sul computer personale di Lisa) il marito trova le tracce inequivocabili di un suo coinvolgimento passionale, anche se temporaneo, con Ralph (Antonio Banderas) nei suoi itinerari di lavoro in Italia, a Milano. Inizia così per Peter un viaggio ossessivo alla ricerca dell’altro uomo. Trovatolo, e non rivelando la sua vera identità, Peter ascolta da Ralph tutta la storia di passione tra i due amanti. Dopo un atroce conflitto interiore, durante il quale Peter arriva a ipotizzare e quasi mettere in atto un omicidio, finalmente si risolve a concludere la farsa e umiliare il suo rivale (il quale, nonostante voglia apparire molto ricco, non è altro che un indebitato portiere di un grande palazzo di Milano). A questo punto, fingendo di essere Lisa, Peter invia a Ralph una mail con l'invito a cena nel lussuoso albergo prospiciente al lago di Como. Ma una volta arrivato, Ralph si trova faccia a faccia con Peter, il quale rivela la sua vera identità. È qui che, inaspettatamente, Peter rivela la vera sorte di Lisa: la donna è da tempo morta di cancro, assistita dalla figlia e dal marito ancora ignaro del tradimento.

Il film termina con una festa in onore della donna, organizzata tempo dopo da Ralph con i soldi di Peter (sic). L'amante e il marito brindano, ognuno a modo suo, alla "loro" Lisa.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito negli USA l'11 settembre 2008 in soli 8 cinema. Globalmente la pellicola ha incassato oltre 1 milione di dollari.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Weekend grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 28 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema