L'isola del drago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'isola del drago
Titolo originale Tehanu
Autore Ursula K. Le Guin
1ª ed. originale 1990
1ª ed. italiana 1992
Genere romanzo
Sottogenere fantasy
Lingua originale inglese
Protagonisti Ged
Serie ciclo di Earthsea
Preceduto da La spiaggia più lontana
Seguito da I venti di Earthsea

L'isola del drago è un romanzo fantasy di Ursula K. Le Guin, il quarto dei cinque romanzi del ciclo di Earthsea, pubblicato nel 1990, con il titolo originale di Tehanu. Vincitore nel 1990 del premio Nebula come miglior romanzo e nel 1991 del premio Locus come miglior romanzo fantasy. La traduzione italiana (di Riccardo Valla) è stata pubblicata nel 1992 dalla casa editrice Longanesi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ged in groppa al drago Kalessin, e ormai senza più poteri, viene portato a Gont, qui viene soccorso da Goha (Tennar) che abitava momentaneamente nella casa del vecchio maestro ormai deceduto Ogion. Una volta ripresosi Ged scopre che il nuovo re lo sta cercando così come i maghi di Roke, che si trovano senza un arcimago, ma egli preferisce non farsi trovare così scappa nella fattoria ormai di proprietà di Tennar dopo la morte di suo marito Selce. Tennar rimane a casa di Ogion, insieme a lei c'è una bambina sopravvissuta dopo essere stata bruciata viva da suo padre: Therru. La bambina stringe subito amicizia con Zia Muschio la strega del villaggio, ma per il resto attira l'ira di molti abitanti, tra cui il nuovo mago del villaggio. Il mago (Pioppo) arriva addirittura a lanciare una fattura su Tennar, impedendole di parlare e pensare, questa in preda al panico scappa, ma per uno scherzo del destino si trova ad essere inseguita da Faina, una persona che aveva aiutato il padre a bruciare la bambina, Tennar e Therru riescono a salvarsi grazie all'aiuto del nuovo re Lebannen che fa imbarcare le due donne sulla sua nave. Dopo essere state condotte alla loro fattoria scoprono che Ged è sui monti a governar le capre. Una notte, la fattoria viene "assalita" dalle persone che avevano bruciato la persona, le donne riescono a salvarsi grazie all'intervento di Ged. Dopo che la relazione tra Ged e Tennar si è fatta intima, sono costretti a partire per il villaggio di Ogion a causa della malattia di Zia Muschio, qui vengono catturati da Pioppo. Quando stanno per essere buttati in un burrone, Therru che in realtà si chiama Tehanu, che non era stata catturata, chiama Kalessin in aiuto, il quale l'ascolta perché è in realtà suo "padre". Finito tutto Ged, Tennar e Tehanu, vanno a vivere nella casa di Ogion.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni di L'isola del drago in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura