L'inafferrabile 12

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'inafferrabile 12
Paese di produzione Italia
Anno 1950
Durata 95 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Mario Mattoli
Sceneggiatura Steno e Mario Monicelli
Produttore Nicolò Theodoli per I.C.S.
Distribuzione (Italia) Titanus
Fotografia Aldo Tonti
Montaggio Giuliana Attenni
Musiche Pippo Barzizza
Scenografia Piero Filippone
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

L'inafferrabile 12 è un film comico del 1950 diretto da Mario Mattoli e di cui è protagonista Walter Chiari.

Cenni sulla trama[modifica | modifica sorgente]

Due fratelli gemelli (entrambi interpretati dall'ottimo Walter Chiari) cresciuti e mai incontratisi (a causa del fatto che il padre con la coppia avrebbe avuto 13 figli e quindi per scaramanzia ne rinchiuse uno in un orfanotrofio), l'uno portiere titolare della Juventus e l'altro impiegato in un banco del Lotto, finalmente si incontrano e gli equivoci, tipici della situazione (l'imbranato dei due sostituirà persino il fratello in una partita della Juventus), si sprecano.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Dietro la sigla I.C.S. (Industrie Cinematografiche Sociali), si cela la famiglia Agnelli, per la prima volta produttrice di un film.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]