L'impero del crimine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'impero del crimine
Titolo originale Mobsters
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1991
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 4:3
Genere gangster, drammatico
Regia Michael Karbelnikoff
Soggetto Michael Mahern
Sceneggiatura Nicholas Kazan
Produttore Jim Ballantine
Produttore esecutivo Carolyn Bates
Casa di produzione Universal Pictures
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Lajos Koltai
Montaggio Allen Ferro
Effetti speciali Joe Lombardi
Musiche Michael Shore
Scenografia Joe D'Augustine
M. Scott Smith
Costumi Ellen Mirojnick
Trucco Ronnie Specter
Sfondi George R. Nelson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'impero del crimine (Mobsters) è un film del 1991 diretto da Michael Karbelnikoff.

Trama[modifica | modifica sorgente]

New York, anni venti. Salvatore Lucania è un giovane emigrante siciliano, che arriva a New York e cambia nome in Charlie Luciano. Sin da giovane lega con Frank Costello, per poi conoscere due ebrei: Meyer Lansky e Bugsy Siegel, con i quali forma una banda di malavitosi. Alleatisi con Arnold Rothstein, diventano piccoli ma validi spacciatori di alcol, fino ad entrare in conflitto con i due boss più forti: Giuseppe "Joe the Boss" Masseria e Salvatore Faranzano, che Charlie Luciano e la sua banda riescono ad eliminare.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il vero nome è Salvatore Maranzano, che nel film viene storpiato in Faranzano. È l’unico caso del film di un nome non corrispondente con la realtà.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema