L'idolo delle donne (film 1933)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'idolo delle donne
Titolo originale The Prizefighter and the Lady
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1933
Durata 102 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono (Western Electric Sound System)

Douglas Shearer (direttore della registrazione)

Rapporto 1,37 : 1
Genere crimine, sentimentale, commedia
Regia W.S. Van Dyke

Howard Hawks (non accreditato)

Soggetto Frances Marion
Sceneggiatura John Lee Mahin e John Meehan
Produttore W.S. Van Dyke

Hunt Stromberg (associato)

Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated)
Fotografia Lester White
Montaggio Robert Kern (con il nome Robert J. Kern)
Scenografia Fredric Hope e David Townsend

Edwin B. Willis (interior design)

Costumi Dolly Tree
Interpreti e personaggi

L'idolo delle donne (The Prizefighter and the Lady) è un film del 1933 diretto da W.S. Van Dyke e, non accreditato, Howard Hawks. La sceneggiatrice Frances Marion ottenne una candidatura all'Oscar al miglior soggetto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated). Venne girato all'Iverson Ranch - 1 Iverson Lane, a Chatsworth (Los Angeles) dal settembre all'ottobre 1933[1].

Howard Hawks fu sostituito alla regia da Van Dyke quando abbandonò le riprese dopo aver scoperto che il protagonista principale non sarebbe stato Clark Gable ma un attore non professionista, il pugile Max Baer.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated), uscì nelle sale cinematografiche USA il 10 novembre 1933.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb business

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Lawrence J. Quirk, The Films of Myrna Loy, The Citadel Press Secaucus, New Jersey ISBN 0-8065-0735-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema