L'esorcista II - L'eretico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'esorcista II - L'eretico
Titolo originale Exorcist II: The Heretic
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1977
Durata 110 min (versione nei cinema)
118 min (versione originale)
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere orrore
Regia John Boorman
Soggetto William Peter Blatty
Sceneggiatura John Boorman, William Goodhart e Rospo Pallenberg
Produttore John Boorman e Richard Lederer
Casa di produzione Warner Bros.
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Pictures
Fotografia William A. Fraker
Montaggio Tom Priestley
Effetti speciali Jim Blount, Wayne Edgar, Chuck Gaspar, Jeff Jarvis, Roy Kelly, Richard Ratliff e Wayne Beauchamp (non accreditato)
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Richard Macdonald
Costumi Robert De Mora
Trucco Ron Berkeley, Wayne Edgar, Lynda Gurasich, Gary Liddiard, Dick Smith e Carrie White
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Doppiaggio del 1977:

Doppiaggio del 2003:

L'esorcista II - L'eretico è un film statunitense del 1977 diretto da John Boorman: è il seguito di L'esorcista (1973).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Washington. Georgetown, USA. La giovane Regan MacNeil, ragazza da qualche anno esorcizzata, non si è ancora ripresa dal trauma e frequenta uno studio di psicologi mentre la madre, attrice, è lontana impegnata in una tournée. S'interessa del suo caso il gesuita padre Phillip Lamont il quale, assieme alla psichiatra Tuskin e tramite un particolare strumento ipnotico, riesce a mettersi in contatto telepatico con Regan e a vedere quanto accaduto durante l’esorcismo in cui padre Merrin perse la vita, e soprattutto l’origine del male che si è impossessata di lei. Grazie a questo incontro, Lamont conosce il demone assiro Pazuzu. Deciso a sconfiggere anche lui Pazuzu e a liberare Regan, Lamont si reca in Etiopia nell'Africa Orientale per conoscere chi aveva sconfitto il demone, ma al suo rientro è condannato dalla Chiesa come eretico e allontanato dal caso. Deciso comunque a completare la sua missione, padre Lamont si reca a Washington, nella casa dove era stato effettuato l’esorcismo, e riuscendo a strappare il cuore posseduto di Regan, salva la ragazza.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo scrittore e produttore William Peter Blatty e il regista William Friedkin non non volevano essere coinvolti nella lavorazione del sequel dell'Esorcista.[1]

Il drammaturgo William Goodhart venne incaricato di scrivere la sceneggiatura, intitolata The Heretic e basata sulle teorie di Pierre Teilhard de Chardin (l'archeologo/paleontologo gesuita che ispirò a Blatty il personaggio di Padre Merrin quando scrisse L'esorcista).

Il regista britannico John Boorman, chiamato a dirigere il film, disse che "l'idea di realizzare un thriller metafisico ha fortemente attratto la mia psiche".[2] Anni prima, Boorman era stato considerato dalla Warner Bros. come possibile regista del film L'esorcista, ma egli rifiutò perché considerava la storia "piuttosto ripugnante".[3] Boorman, tuttavia, fu incuriosito dall'idea di dirigere un sequel, spiegando che "ogni film deve sforzarsi di trovare una connessione con il suo pubblico. Qui ho visto la possibilità di fare un film estremamente ambizioso, senza dover perdere tempo a sviluppare questa connessione. I posso fare delle ipotesi e portare il pubblico a compiere un viaggio cinematografico molto avventuroso".[4]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Linda Blair fu felice di tornare ad interpretare il ruolo di Regan MacNeil, ma si rifiutò di sottoporsi di nuovo al trucco al quale si era sottoposta per il precedente film, così per le scene con Regan posseduta fu necessario utilizzare una sua controfigura.

Max von Sydow fu convinto da Boorman a riprendere il ruolo di Padre Merrin; egli infatti era inizialmente riluttante all'idea.

Kitty Winn fu contattata per riprendere il ruolo di Sharon Spencer solo dopo che Ellen Burstyn si rifiutò di tornare ad interpretare Chris MacNeil.

Boorman conttattò William O'Malley affinché tornasse ad interpretare il ruolo di Padre Joseph Dyer. Tuttavia, O'Malley era impegnato e non poteva recitare la sua parte costringendo così a trasformare il personaggio di Padre Dyer in quello di Padre Philip Lamont. Jon Voight, David Carradine, Jack Nicholson e Christopher Walken furono tutti considerati per la parte di Padre Lamont, che John Boorman inizialmente aveva concepito come un giovane prete in soggezione degli scritti di Padre Merrin. Quando si decise di renderlo un personaggio più maturo, la scelta dell'attore per interpretarlo cadde su Richard Burton.

Il ruolo del Dr. Gene Tuskin era stato scritto inizialmente per un uomo e sia Chris Sarandon sia George Segal furono presi in considerazione per interpretarlo. Nel momento in cui si decise di rendere femminile il ruolo del medico, furono prese in considerazione Ann-Margret e Jane Fonda per la parte. Louise Fletcher, che aveva vinto l'anno prima il premio Oscar per la miglior attrice protagonista per Qualcuno volò sul nido del cuculo accetto la parte.

Sceneggiatura e riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese iniziarono nel maggio 1976 con un budget di 12.5 milioni di dollari (il film ultimato ne costò 14 milioni). Nonostante Boorman volesse girare la maggior parte del film in location (inclusa l'Etiopia e il Vaticano), questo non fu possibile e molte scene esterne furono girate nei set della Warner Bros. Anche la casa dei MacNeil a Georgetown dovette essere ricreata in studio perché al regista fu vietato il permesso di filmare la casa originale. Anche la famosa "Hitchcock Steps" adiacente alla casa dei MacNeil dovette essere ricreata in studio per il rifiuto dei permessi a girare da parte delle autorità di Washington.[5] La scena dove una Regan sonnambula cammina sui tetti venne girata a New York sulla 666 Fifth Avenue (dove erano situati gli uffici della Warner Bros.). Per quella scena non venne usata nessuna controfigura o effetto speciale; fu proprio Linda Blair ad interpretarla.[6]

Boorman, trovando la sceneggiatura brutta, chiesa a Goodhart di riscriverla aggiungendovi le idee di Rospo Pallenberg. Goodhart si rifiuto e così la sceneggiatura venne quasi completamente riscritta da Pallenberg e Boorman. La sceneggiatura di Goodhart venne riscritta in contemporanea alle riprese con i suoi scrittori incerti su come la storia dovesse finire. L'attrice Linda Blair disse che "La sceneggiatura iniziale era molto bella. Dopo che questa venne riscritta cinque volte, il film non era più lo stesso."[7]

L'esorcista II ha avuto numerosi problemi durante la produzione. Boorman contrasse la coccidioidomicosi (un'infezione respiratoria causata da un fungo) a causa della sabbia usata sul set africano e le riprese furono così interrotte per cinque settimane. Gli altri problemi furono: la rapida morte (100 al giorno) delle 2.500 locuste, importate dall'Inghilterra, che dovevano essere usate durante le riprese; l'abbandono dell'addetto al montaggio John Merritt che venne sostituito da Tom Priestley; le attrici Kitty Winn e Louise Fletcher soffrirono entrambe di infezioni della cistifelia.[8]

Uno degli elementi chiave del film è l'esorcismo operato da Padre Merrin in Africa su un giovane ragazzo di nome Kokumo. Questo esorcismo è stato appena menzionato nel film L'esorcista e viene qui mostrato attraverso alcuni flashbacks. Questo esorcismo sarà riproposto molti anni dopo nei due film prequel L'esorcista - La genesi (2004) e Dominion: Prequel to the Exorcist (2005) ma in maniera completamente diversa da quanto qui mostrato. In questi due film infatti il ragazzo non si chiama Kokumo, le locations e le circostanze dell'esorcismo sono diverse da quelle indicate ne L'esorcista II - L'eretico ed inoltre non è il ragazzo africano ad essere posseduto ma un altro personaggio.

Secondo quanto rivelato da Linda Blair in un'intervista, Pallenberg diresse molte scene del film.[9] Pallenberg was credited as the second unit director and a "creative associate".

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

L'esorcista II - L'eretico fu una grande delusione ai botteghini. Il film incassò $30.749.142 negli Stati Uniti,[10] praticamente poco in confronto a quanto aveva incassato il film originale.

Il film ricevette numerose critiche negative.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

La versione originale del film durava tre ore, ma fu ridotta dal regista ad una durata di 118 minuti.

Dopo la prima del film (il film fu accolto così male dal pubblico che al termine della proiezione gli spettatori del cinema sull'Hollywood Boulevard tirarono degli oggetti contro lo schermo[11].), il regista fu nuovamente costretto a tagliare diverse scene e a girare un nuovo finale. Questa nuova versione del film, della durata di 110 minuti è la versione più nota al pubblico, circolata in TV e in Vhs[11].

La versione di 118 minuti è invece quella presente nel dvd.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo sciame di locuste fu realizzato pitturando di marrone centinaia di noccioline che furono poi lanciate attraverso un getto d'aria.
  • Al tempo in cui il film fu fatto, si trattava della produzione più costosa mai affrontata dalla Warner Bros..
  • Il film è noto anche con il titolo Esorcista II - L'eretico, titolo scritto sulla locandina italiana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Peter Blatty, cited in Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), p. 156
  2. ^ John Boorman, cited in Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), p. 158
  3. ^ John Boorman, cited in Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), p. 158
  4. ^ John Boorman, cited in Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), p. 158
  5. ^ Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), pp. 160-162
  6. ^ Pallenberg, Barbara. The Making of Exorcist II: The Heretic. New York City, Warner Books, 1977.
  7. ^ Linda Blair, cited in Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), p. 165
  8. ^ Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows (Omnibus Press, 1999), pp. 160-163
  9. ^ Linda Blair reflects on the Devil inside in a new interview.
  10. ^ Box Office Information for Exorcist II: The Heretic, Box Office Mojo. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  11. ^ a b Imdb

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema