L'esorcista (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'esorcista
Titolo originale The Exorcist
Autore William Peter Blatty
1ª ed. originale 1970
Genere Romanzo
Sottogenere horror
Lingua originale inglese

L'esorcista (The Exorcist) è un romanzo di genere horror scritto da William Peter Blatty nel 1970. Ad ispirare lo scrittore fu una supposizione di un caso di possessione demoniaca accaduto nel 1949 in un paese del Maryland.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia narra di una bambina di 12 anni, Regan MacNeil, che vive a Georgetown, a Washington e che all'improvviso cambia personalità, diventando molto violenta. Si cerca di guarirla con la medicina ufficiale, psichiatria compresa, inutilmente. La madre della ragazza, Chris McNeil, una famosa star del cinema, viene consigliata dagli psichiatri di rivolgersi ad un esorcista in quanto, se la bambina per un grave forma di isterismo s'è voluta convincere di essere posseduta, così un esorcismo, come una shock-terapia a base di suggestione, potrà farla convincere di non esserlo più, così da guarire. Disperata, Chris, anche se atea, si rivolge ad un sacerdote gesuita, padre Damien Karras, la cui profonda umanità l'aveva tempo prima colpita positivamente, oltre ad essere rassicurata dal fatto che il gesuita è laureato in psichiatria. Karras accetta di aiutare la giovane, ma fa di tutto per non doverla esorcizzare in quanto ritiene che la possessione sia un residuo del cattolicesimo medievale, oltre al fatto che lui stesso sta vivendo, anche a causa della morte della madre, una profonda crisi di fede. Inizialmente incredulo, si ricrederà e chiederà l'autorizzazione del vescovo a procedere con l'esorcismo; il vescovo e il rettore del seminario dei gesuiti gli manderanno in aiuto padre Merrin, noto esperto in esorcismi. All'arrivo di Padre Lankester Merrin, si inizia subito l'esorcismo. Da allora Regan comincia a fare cose strane: testa che ruota sul collo, vomiti verdi, e (anche se ben saldata al letto con dei lacci) imprecazioni oscene contro i due preti. Dopo tre giorni di esorcismo Padre Merrin muore per collasso cardiaco. Provocato dal demone, Karras attacca il demone dicendo di prendere lui e lasciare la bambina. Così fa il demone e Karras, per salvare Regan, si butta dalla finestra. La storia finisce con Padre Dyer (amico di Karras) e Kinderman che fanno amicizia.

Al cinema[modifica | modifica sorgente]

L’enorme successo del libro (13 milioni di copie vendute) spinse la Warner ad acquistarne immediatamente i diritti per realizzarne un film.

Il film, diretto da William Friedkin ed interpretato da Linda Blair, uscì nel 1973 ed ebbe un grandissimo successo incassando ben 89 milioni di dollari.

Negli anni successivi furono girati alcuni seguiti, questo è l’elenco completo dei film:

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura