L'effrontée - Sarà perché ti amo?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'effrontée - Sarà perché ti amo?
Effrontée-Gainsbourg.png
Charlotte Gainsbourg in una scena del film
Titolo originale L'Effrontée
Paese di produzione Francia
Anno 1985
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, commedia
Regia Claude Miller
Sceneggiatura Bernard Stora, Annie Miller, Luc Béraud e Claude Miller
Fotografia Dominique Chapuis
Montaggio Albert Jurgenson
Musiche Alain Jomy
Scenografia Jean-Pierre Kohut-Svelko
Interpreti e personaggi
Premi

L'effrontée - Sarà perché ti amo? (L'Effrontée) è un film del 1985 diretto da Claude Miller. Charlotte Gainsbourg, qui al suo primo ruolo da protagonista, ha vinto nel 1986 il Premio César per la migliore promessa femminile.

Nel film è presente la canzone dei Ricchi e Poveri Sarà perché ti amo, un brano che, sin dalla sua uscita, ha riscosso un gran successo in Francia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La tredicenne Charlotte, scontrosa e sempre insoddisfatta di tutto, vive con il padre Antoine e il fratello Jacky in un paese francese di provincia; dopo la morte della madre, suo padre ha assunto Léone, una colf che si prendesse cura di lei. L'ultimo giorno di scuola prima delle vacanze estive, assistendo ad un concerto in televisione, Charlotte resta ammaliata dalla pianista, la coetanea e celebre Clara Bauman, prossima ad esibirsi nella sua cittadina. Prova di tutto per incontrarla, ma una volta riuscita nella sua "impresa", Charlotte scopre come Clara non sia altro che una ragazzina superba, viziata e dispettosa; cadrà lei stessa vittima di un malvagio scherzo della pianista.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Critica[modifica | modifica sorgente]

  • Carino, ma in modi così premeditati e furbi da riuscire qua e là artificioso. Commento del dizionario Morandini che assegna al film due stelle e mezzo su cinque di giudizio.[1]
  • Il dizionario Farinotti assegna al film due stelle su cinque di giudizio[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Commento de Il Morandini su Mymovies.it
  2. ^ Pino Farinotti, Il Farinotti 2009, Newton Compton Editori 2008 - pag 690

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema