L'anguilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
L'anguilla
L'anguillа.png
una scena del film
Titolo originale Unagi
Paese di produzione Giappone
Anno 1997
Durata 117 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Imamura Shohei
Soggetto Akira Yoshimura
Sceneggiatura Imamura Shohei, Daisuke Tengan, Motofumi Tomikawa
Fotografia Shigeru Komatsubara
Montaggio Hajime Okayasu
Musiche Shinichirô Ikebe
Scenografia Hisao Inagaki
Interpreti e personaggi
Premi

L'anguilla (giapponese: うなぎ, Unagi) è un film del 1997 diretto da Imamura Shohei, con Koji Yakusho, Misa Shimizu, Mitsuko Baisho e Akira Emoto, vincitore della Palma d'oro come miglior film al 50º Festival di Cannes ex aequo con Il sapore della ciliegia di Abbas Kiarostami.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Di ritorno da una nottata passata a pescare, Yamashita trova la moglie a letto con l'amante. Rimasto sconvolto, decide di ucciderla in modo violento, aiutandosi con un coltello. Costituitosi immediatamente alla polizia, viene incarcerato: rimarrà rinchiuso per otto anni.

In prigione aveva imparato il mestiere di barbiere, decide così di aprire un negozio in un paese di pescatori. L'episodio che ha cambiato la sua vita tuttavia lo segna ancora in modo profondo nel modo di relazionarsi con gli altri, soprattutto con le donne. Ciò sarà evidente soprattutto quando avrà a che fare con la sua aiutante in bottega Keiko, che gli ricorda molto la moglie uccisa: nonostante lei provi una attrazione per Yamashita, il protagonista rimarrà freddo nei suoi confronti rifugiandosi piuttosto in un inconsueto rapporto con una anguilla che gli aveva fatto compagnia durante i tempi della prigione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1997, festival-cannes.fr. URL consultato il 2 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema