L'amico di famiglia (film 1973)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'amico di famiglia
Amicodifamiglia-1973-Chabrol.png
Michel Piccoli e Stéphane Audran in una scena del film
Titolo originale Les Noces Rouges
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1973
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, thriller
Regia Claude Chabrol
Sceneggiatura Claude Chabrol
Produttore André Génovès
Casa di produzione Les Films La Boetie, Canaria Films, Italian International Film
Fotografia Jean Rabier
Montaggio Jacques Gaillard, Monique Gaillard
Musiche Pierre Jansen
Scenografia Guy Littaye
Costumi Karl Lagerfeld
Trucco Alexandre Marcus
Interpreti e personaggi

L'amico di famiglia è un film del 1973 scritto e diretto da Claude Chabrol.

La storia di una torbida tragedia di paese, un fulminante e oscuro affresco della borghesia della provincia francese, temi sui quali questo regista si era già soffermato e che continuerà a trattare in seguito sempre con successo. Il soggetto trae ispirazione da un fatto di cronaca reale, quello dei cosiddetti "amanti di Bourganeuf". Le allusioni partitiche troppo esplicite furono causa di una ritardata uscita del film, che sarà poi oggetto di polemiche e censure[senza fonte].

È stato presentato in concorso al Festival di Berlino, dove ha ricevuto il Premio Fipresci.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Protagonista è un coppia omicida: Lucienne, moglie del sindaco, Pierre candidato per le imminenti elezioni politiche, marito di una donna frustrata, insofferente e molto malata. La passione fra i due si consuma clandestinamente prima nei pressi di laghetti e boschi, poi, sempre con maggiore frequenza e morbosità, anche in posti quanto mai bizzarri (in un museo o a casa di lui). Ma quando il sindaco, marito di lei, viene a scoprire la tresca fra i due, decide di sfruttare biecamente la situazione per volgere l'esito delle elezioni a suo favore.

Pierre prima si libera facilmente della moglie, poi escogita un piano per far fuori anche l'altro incomodo.

E quando il sindaco muore in un incidente stradale, le autorità si convincono che si sia trattato di una fatalità, ma Hélène una volta scoperto che si è trattato di un omicidio, denuncia sua madre e il suo amante che vittime della loro passione non si sottraggono alla giustizia.

Commento[modifica | modifica sorgente]

Chabrol, come ne Il tagliagole (Le boucher - 1970), si appella ad uno stile sempre freddo e distaccato, con una semplicità narrativa che mescola cronaca e cinema psicologico. Il risultato è fra i migliori raggiunti da questo specialista del genere.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Le riprese sono state effettuate a Valençay.

Riferimenti ad altre opere[modifica | modifica sorgente]

Il film si apre con una citazione dalla scena prima del quarto atto delle Eumenidi di Eschilo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Paolo Mereghetti. Il Mereghetti, Dizionario dei Film, Baldini & Castoldi

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema