L'affare Manderson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'affare Manderson
Titolo originale Trent's Last Case
Paese di produzione USA
Anno 1929
Durata 66 min.
Colore B/N
Audio muto
Genere drammatico, giallo
Regia Howard Hawks
Soggetto E. C. Bentley
Sceneggiatura Beulah Marie Dix e Scott Darling
Casa di produzione Fox Film Corporation
Fotografia Harold Rosson
Interpreti e personaggi

L'affare Manderson (Trent's Last Case) è un film del 1929 diretto da Howard Hawks, considerato perduto per circa quarant'anni è stato ritrovato negli archivi Fox negli anni '70 ed è stato usato per una retrospettiva su Hawks nel 1974, con suo grande dispetto, perché considerava questo film il suo lavoro peggiore.

Il film è un adattamento del romanzo La vedova del miliardario (Trent's Last Case) di Edmund Clerihew Bentley.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Manderson è un eccentrico uomo d'affari trovato morto in giardino. L'ispettore incaricato delle indagini brancola nel buio ed è il criminologo dilettante Philip Trent a risolvere l'arcano, Manderson si è ucciso facendo in modo che la sua morte potesse sembrare opera del suo segretario che era anche l'amante della moglie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Girato quando al cinema era già in uso il sonoro, venne comunque girato muto perché la Fox temeva che la voce di Griffith non fosse abbastanza accattivante. Hawks di parere decisamente contrario si oppose, ma perse la partita è lasciò la Fox al termine delle riprese.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema