L'adolescente (Dostoevskij)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'adolescente
Titolo originale подросток
Dostoevskij 1872.jpg
Ritratto di Dostoevskij
Autore Fëdor Dostoevskij
1ª ed. originale 1875
1ª ed. italiana 1969
Genere romanzo
Lingua originale russo
Personaggi Arkadij Dolgorukij, Versilov, Sofia Adreevna

L'adolescente (in russo: Подросток, Podrostok) è un romanzo di Fëdor Dostoevskij.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Protagonista del romanzo è il giovane Arkadij Dolgorukij, figlio illegittimo di Versilov e della umile Sofia Andreevna, che Versilov strappa al marito Makar Ivanovic. La donna, che vive in povertà, ha avuto dall'amante (il più delle volte assente) due figli, Arkadji e Liza: quest'ultima ha sempre vissuto con la mamma, mentre Arkadji è stato messo nella pensione del rozzo M. Touchard in giovane età. Conscio dell'abbandono, Arkadji medita una rivincita che gli sembra realizzabile solo con l'isolamento ed il potere; inizia dunque a risparmiare sul piccolo stipendio che riceve da Versilov, anche a costo di grandi sacrifici materiali, non facendo però i conti con sé stesso.

Il primo segno di cedimento nei riguardi della sua rivincita, avviene quando Arkadji spende i soldi risparmiati per soccorrere la piccola Rynoca, neonata abbandonata di fronte a casa sua, altri cedimenti seguiranno; la sua disperata ammirazione per Versilov, che odia e ammira allo stesso tempo, al cui destino burrascoso si trova legato proprio per i sentimenti che prova.

Versilov: uomo elegante, arguto e sensuale è tragicamente diviso tra la passione per la bella Katerina ricca e nobile, e l'affetto compassionevole che gli ispira Sofia Andreevna. Seguono ricatti e intrighi (il denaro sembra l'argomento principale), nel quale emerge la figura di Lambert: il fidanzamento di Katerina col barone Bjoring; la morte, in casa di Sofia, di Makar Ivanovic, tutto ciò porta Versilov alla pazzia. Cosicché Arkadji verrà definitivamente distratto dai suoi sogni di rivincita, a causa della disgrazia del padre cui egli ha partecipato, inconsciamente burattino di Lambert.

Nello sfondo altre disfatte: la sorella di Arkadji, Liza, incinta del principe Sokolskij; questi poi, imprigionato, impazzisce e muore; Anna, figlia legittima di Versilov, a freddo decide di sposare, per interesse, un anziano principe, un altro Sokolskij; senza successo però.

Edizioni italiane[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo è stato tradotto in italiano da Federigo Verdinois, Maria Rakovska e Luigi Galeazzo Tenconi, Eva Amendola-Kuhn, Maria Rita Leto e Anton Maria Raffo, Rinaldo Küfferle e Luigi Vittorio Nadai.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura