L'Officiel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Officiel
Stato Francia Francia
Lingua Francese
Periodicità Mensile
Formato magazine
Fondazione 1921
Sede Parigi
 

L'Officiel è una rivista di moda francese. Il primo numero è stato pubblicato a Parigi nel 1921. Attualmente la rivista vanta anche una versione dedicata al pubblico maschile, oltre a numerose edizioni internazionali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La rivista è stata pubblicata per la prima volta da Andrée Castaniée nel 1921[1]; George Jalou si unisce alla squadra di redattori nel 1932 come direttore artistico[1]. Il magazine lancia le carriere di alcuni celebri stilisti, tra cui Pierre Balmain, Cristobal Balenciaga, Christian Dior e Yves St. Laurent, diventando così una delle più importanti pubblicazioni dedicate al mondo della moda. Più tardi Jalou acquisisce la proprietà della rivista, per poi trasferirla ai suoi tre figli nel 1986. L'edizione originale francese è oggi diretta da Daphne Hezard, che ha infuso uno stile giovane alla testata.

Pubblicazioni correlate[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1996 il marchio de L'Officiel viene esportato al di là dei confini francesi. Versioni della rivista sono pubblicate in Russia, Giappone, India, Cina, Emirati Arabi, Brasile, Grecia, Lettonia, Paesi Bassi, Ucraina e Serbia[2].

In Francia è inoltre pubblicata un'edizione maschile della rivista, chiamata L'Officiel Hommes.

In Italia è presente dal 2009 un'edizione nazionale di L'Officiel Hommes. Con due numeri annui ha come direttore creativo il fotografo messicano Pablo Arroyo. Dall'ottobre 2012 è inoltre stata lanciata, con un party durante la Fashion Week milanese, l'edizione italiana di L'Officiel, col titolo di L'Officiel Italia. Di stampo estremamente creativo e contemporaneo, è diretta da Carlo Mazzoni.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Corine Moriou. "Le groupe édite L'Officiel, Jalouse, L'Optimum, etc.; Jalou, les magazines qui font des jaloux". L'Entreprise (September 1, 2006), p. 54.
  2. ^ "Lifestyle Mag L'Officiel to be Published in Latvia from Sept". Baltic News Service (10 marzo 2008). (Via LexisNexis.)
  3. ^ http://www.corriere.it/cultura/12_maggio_07/persivale-l-officiel-abiti-visti-scrittori_4587ea34-9843-11e1-b99c-a30fdbaea52f.shtml L'Officiel, gli abiti visti dagli scrittori - Corriere.it
  4. ^ http://www.lofficielitalia.com L'Officiel Italia

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]