L'Italia s'è rotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Italia s'è rotta
L'Italia s'è rotta.jpg
Dalila Di Lazzaro, Mario Scarpetta e Teo Teocoli in una scena del film
Titolo originale L'Italia s'è rotta
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1976
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere satirico
Regia Steno
Soggetto Giulio Questi, Sergio Donati, Luciano Vincenzoni, Steno
Sceneggiatura Sergio Donati, Luciano Vincenzoni, Steno
Produttore Franco Caramelli, Gianfranco Lastrucci
Casa di produzione Splendid Pictures
Distribuzione (Italia) Gold Film - General Video
Fotografia Aldo Tonti
Montaggio Raimondo Crociani
Musiche Enzo Jannacci
Scenografia Gianni Polidori
Costumi Gianfranco Carretti
Interpreti e personaggi

L'Italia s'è rotta è un film del 1976, diretto da Steno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due siciliani Peppe Truzzoliti (Teo Teocoli, in realtà pugliese) e Antonio Mancuso (Mario Scarpetta, in realtà romano e napoletano d'adozione), decidono, dopo una brutta avventura con alcuni mafiosi spacciatori di droga, di lasciare la fredda e razzista Torino per tornare nella loro terra, la Sicilia. Con loro, una splendida ragazza veneta, Domenica (Dalila Di Lazzaro), arrivata a Torino in cerca di lavoro ma, per una serie di rovesci, costretta a battere il marciapiede (esperienza che farà durare pochissimo).

Nota[modifica | modifica wikitesto]

In questo film la Di Lazzaro, di solito doppiata, recita con la sua voce.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema