L'Express

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Express.
L'Express
Logo di L'Express
Stato Francia Francia
Lingua Francese
Periodicità Settimanale
Genere Magazine
Formato 20,2 x 26,7 cm
Fondatore J-J Servan Schreiber
Françoise Giroud
Fondazione 1953
Inserti e allegati L'Express Styles
Sede Parigi
Editore Grouppo Express-Roularta
Direttore Christophe Barbier
ISSN 0014-5270
Distribuzione
cartacea
Edizione cartacea
Sito web lexpress.fr
 

L'Express è un settimanale francese di attualità e politica. Si tratta del primo nel suo genere in Francia e fu fondato nel 1953 durante la guerra d'Indocina sul modello del periodico statunitense Time.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il settimanale fu co-fondato da Jean-Jacques Servan Schreiber, che successivamente divenne presidente del Partito Radicale, e da Françoise Giroud, che nove anni prima aveva fondato Elle e vent'anni dopo, nel 1974, fu il primo ministro francese degli Affari femminili e nel 1976 diventò ministro della Cultura. La rivista sosteneva la politica di Pierre Mendès-France in Indocina, e più in generale aveva un orientamento di sinistra. La rivista si oppose alla guerra d'Algeria, e in particolare all'uso della tortura.[1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jean-Jacques Servan Schreiber. URL consultato il 3 ottobre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(FR) Sito ufficiale