L'Aura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Aura
L'Aura nel 2008
L'Aura nel 2008
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop rock[1]
Musica leggera[1]
Periodo di attività 2005 – in attività
Strumento Pianoforte, tastiere
Etichetta Sony
Album pubblicati 4
Studio 3
Raccolte 1

Laura Abela, nota con i nomi d'arte di L'Aura e L'Aura Abela (Brescia, 13 agosto 1984), è una cantautrice italiana.

Ha debuttato nel mondo della discografia nel 2005 con l'album Okumuki, disco ripubblicato nel marzo 2006 con l'inclusione del brano Irraggiungibile, con il quale la cantante ha partecipato al Festival di Sanremo nella categoria "Giovani". Successivamente ha pubblicato il secondo album, Demian (2007), e partecipato al Festival di Sanremo 2008 nella categoria "Big" con il brano Basta!, incluso nel suo terzo album eponimo L'Aura.

Nel 2010, cambiando il suo pseudonimo in L'Aura Abela, ha pubblicato l'EP Sei come me.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Brescia il 13 agosto 1984, all'età di otto anni ha iniziato a studiare pianoforte e violino a Rezzato. Nel 2000, a sedici anni, si è trasferita a Berkeley, in California,[2] dove ha concluso la scuola secondaria superiore, ha studiato inglese.[3] È rientrata in Italia due anni dopo per cominciare a registrare quel che è stato il suo album di esordio, Okumuki, sotto la supervisione di Enrique Gonzalez Müller, produttore dei Plant Studios di San Francisco.

Nel 2004 ha duettato con i Mistonocivo nella canzone In una foto, contenuta nell'album Edgar, mentre nel marzo 2005 è uscito il suo singolo di esordio, Radio Star, che ha ottenuto un discreto successo sia in termini di vendite che di passaggi radiofonici.[2]

Il primo album, Okumuki[modifica | modifica sorgente]

Nel mese di aprile del 2005 è stato pubblicato, per l'etichetta discografica Sony, Okumuki: l'album contiene undici brani composti, suonati e cantanti dall'artista. Nel corso dello stesso anno, oltre al singolo d'esordio Radio Star, sono stati pubblicati due singoli tratti dallo stesso album: Today e Una favola, che hanno ottenuto un buon successo di vendita.[3] Nel settembre 2005 è stata chiamata da Claudio Baglioni a duettare con lui per la manifestazione O' Scià di Lampedusa[4] e ha partecipato al Piazzola Music Award, dove ha interpretato il brano Quien con Aldemaro Romero al piano ed ha eseguito un live di Today. A fine anno ha vinto il Premio rivelazione dell'anno al M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza.[5]

La grande svolta è arrivata nel febbraio 2006, con la partecipazione alla 56ª edizione del Festival di Sanremo, nella categoria Giovani, con il brano Irraggiungibile. La canzone è stata eliminata in semifinale, ma ha ottenuto comunque un buon successo in termini di vendite[3] entrando in classifica al diciassettesimo posto.[6]

Contemporaneamente al singolo sanremese è stata pubblicata una nuova edizione di Okumuki, che aggiunge tre inediti e la cover del brano Life on Mars? di David Bowie agli undici brani dell'originale. La nuova edizione ha maggiore successo della prima e conquista il disco d'oro.[7]

Nell'estate 2006 è stato pubblicato un ulteriore singolo estratto da Okumuki dal titolo Domani; la canzone si discosta leggermente dallo stile dei brani precedenti e non è entrata nella classifica dei singoli più venduti in Italia. L'estate di quell'anno ha visto la cantautrice impegnata in un lungo tour estivo durato fino ad ottobre.[8]

Il ritorno con Demian[modifica | modifica sorgente]

Dopo una breve pausa, l'8 giugno 2007 è stato pubblicato, sempre per la Sony, il suo secondo album intitolato Demian (come una famosa opera di Hermann Hesse). L'album è stato anticipato dal singolo Non è una favola, pubblicato il 18 maggio e trasmesso in radio dal 4 dello stesso mese; la canzone ha riscosso un discreto successo estivo ed il video ha raggiunto la finale al Premio Videoclip Italiano 2007.[9] Il secondo singolo estratto è stata la canzone È per te in duetto con Max Zanotti, il cantante dei Deasonika; il videoclip del brano è entrato in rotazione sulle maggiori emittenti televisive nazionali, tuttavia l'album non ha ottenuto buoni risultati in termini di vendite, rimanendo complessivamente solo per tre settimane nella classifica dei 100 dischi più venduti in Italia.[10]

L'Aura alla Feltrinelli di Roma.

Agli arrangiamenti dell'album, alle tastiere e agli strumenti giocattolo ha partecipato Davide Arneodo (Marlene Kuntz).

L'inverno 2007/2008 ha visto la cantante impegnata in un tour acustico dove ha proposto i brani dei due album riarrangiati in versione acustica insieme al gruppo d'archi GnuQuartet. Nel novembre 2007 ha registrato una versione di Bocca di rosa (canzone di Fabrizio De André), inclusa in un disco di beneficenza dal titolo Il diverso sei tu, prodotto dal GnuQuartet, e nel suo terzo album.[11]

La raccolta, L'Aura[modifica | modifica sorgente]

È stata selezionata per partecipare al Festival di Sanremo 2008 con la canzone Basta! nella categoria Big, che ha raggiunto la diciassettesima posizione della classifica dei singoli italiana.[12] Durante il Festival, il 29 febbraio 2008, è stato pubblicato il suo terzo album intitolato semplicemente L'Aura, contenente i successi della cantante (quattro brani da Okumuki e quattro da Demian), tre inediti, la canzone sanremese (con la quale si è poi candidata per partecipare all'Eurovision Song Contest 2008 per San Marino, senza risultati), una nuova versione dal vivo del brano Radio Star registrato con il GnuQuartet e la cover di Bocca di rosa.

Prima dell'estate del 2008 ha partecipato ad importanti manifestazioni canore come Successo italiano, il Concerto del Primo Maggio a Roma, l'Heineken Jammin' Festival, mentre a metà maggio ha partecipato ad un'iniziativa di beneficenza duettando con i Malfunk nel brano Su di me per l'album Randagi con un cuore enorme, il cui ricavato è stato totalmente devoluto in beneficenza.[13] Sempre a metà maggio, il 16, è stato pubblicato nei negozi virtuali il secondo singolo tratto dall'album L'Aura, intitolato Cos'è, uscito nelle radio il 30 dello stesso mese, di cui però non è stato realizzato alcun video musicale.[14]

Durante l'estate 2008 ha aperto il concerto di Ben Harper a Verona, dei R.E.M. a Milano[15] e di Alanis Morissette a Torino. Il 12 giugno è partito a Tione, Trentino il Non qui, Ma qui Tour 2008.

Nel mese di ottobre 2008 ha duettato con Gianluca Grignani per il suo nuovo singolo Vuoi vedere che ti amo, facente parte della riedizione dell'album di Grignani Cammina nel sole.[16] Oltre a questo singolo è uscito anche il terzo estratto dall'album L'Aura, Nell'aria, colonna sonora del film Un gioco da ragazze dell'esordiente Matteo Rovere.[17]

A novembre 2008 il video di Basta! ha vinto il Premio Videoclip Italiano 2008[18]. La cantante, sempre grazie a questo brano, si è anche aggiudicata il celebre Premio Lunezia per il miglior testo.[19].

Il 21 giugno 2009 ha partecipato al grande progetto di beneficenza Amiche per l'Abruzzo, tenutosi allo Stadio San Siro di Milano e organizzato da Laura Pausini, durante il quale ha duettato con Chiara Canzian.

Come spieghi e Sei come me[modifica | modifica sorgente]

L'Aura in concerto

Nell'ottobre 2009 ha cantato per la Disney la versione italiana della canzone per i titoli di coda del film Trilli e il tesoro perduto, intitolata L'attimo in cui. L'anno seguente ha partecipato alla realizzazione della colonna sonora del film Una canzone per te con il brano Invisibile; il brano è stato reso disponibile in formato digitale dal 18 maggio insieme all'intera colonna sonora della pellicola.[20]

Durante l'estate 2010 prende parte al Summer Music Festival[21]. Nell'ottobre 2010, cambiando il suo pseudonimo in L'Aura Abela, è stato pubblicato un nuovo singolo, Come spieghi, che ha anticipato la pubblicazione di un nuovo lavoro discografico, l'EP Sei come me, prodotto da Dado Parisini e pubblicato il 26 ottobre dello stesso anno ancora per l'etichetta discografica Sony.[22] L'EP, che contiene anche il brano Invisibile, riscuote un tiepido successo di vendite, raggiungendo la posizione numero cinquanta della classifica italiana degli album.[23]

Il brano che ha dato il titolo all'EP, Sei come me, è stato inserito nella colonna sonora dei film Maschi contro femmine - Femmine contro maschi. Nello stesso periodo, nel febbraio 2011, è tornata sul palco del Festival di Sanremo intervenendo al fianco di Nathalie nella serata dedicata ai duetti, interpretando con lei il brano Vivo sospesa.[24]

A fine luglio 2011 è entrato in rotazione radiofonica il singolo Gira l'estate, scritto dalla stessa L'Aura insieme a Massimo Varini prodotto da Dado Parisini.[25] Nel settembre successivo, l'artista ha collaborato con Dj Pandaj per la canzone Moonlight,[26] ed è una degli artisti presenti nel disco Rio, colonna sonora dell'omonimo film d'animazione, con il brano Ritorna l'estate.[27]

Nell'ottobre 2011 è stato pubblicato un ulteriore singolo, Eclissi del cuore, versione italiana di Total Eclipse of the Heart già edita dell'EP Sei come me ma in questo caso pubblicata come duetto con Nek.[28] Il brano ottiene un gran successo, venendo certificato disco di platino da FIMI per le oltre 30.000 copie vendute,[29] e traina l'uscita di una riedizione di Sei come me, contenente il duetto e il precedente singolo Gira l'estate. In questa nuova versione, l'EP ha raggiunto la posizione numero 52 della classifica italiana.[30] Si è trattato dell'ultimo lavoro dell'artista pubblicato per la Sony, in chiusura del contratto.[31]

A fine anno ha collaborato inoltre con Enzo Iacchetti alla realizzazione dell'album benefico Acqua di Natale. È infatti presente nel brano Vorrei qualcosa in più con Paolo Meneguzzi, Silvia Olari, i Madback e lo stesso Iacchetti.[32]

A gennaio 2012 è stato pubblicato il duetto con Enrico Ruggeri nel brano Quello che le donne non dicono, incluso nell'album del cantautore Le canzoni ai testimoni. Nel mese successivo viene pubblicato un duetto con Bassi Maestro cantando con lui nella canzone Quello che non siamo, presente nell'album Stanno tutti bene.

A gennaio 2014 conferma di stare lavorando su un nuovo album di inediti.[33]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il 21 dicembre 2011 si è sposata a Miami con Simone Bertolotti, tastierista di Elisa.[34]

Il 26 novembre 2012 annuncia ai suoi fan, via Facebook, di aspettare un bambino insieme al marito Simone Bertolotti.[35] Il 25 aprile 2013 è nato il suo primo figlio, Leonardo Bertolotti.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di L'Aura.

Album[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Biografia di L'Aura su allmusic.com. URL consultato il 5 novembre 2010.
  2. ^ a b Matteo Cruccu, L'Aura: "Il segreto del mio successo? Sta in un apostrofo" in Corriere della Sera, 04 giugno 2005, p. 57. URL consultato il 5 novembre 2010.
  3. ^ a b c Mario Luzzatto Fegiz, L'Aura, voce pop diversa con impronta californiana in Corriere della Sera, 16 marzo 2006, p. 59. URL consultato il 5 novembre 2010.
  4. ^ Mario Luzzatto Fegiz, Baglioni e D'Alessio, va di moda l'impegno in Corriere della Sera, 29 settembre 2005, p. 53. URL consultato il 5 novembre 2010.
  5. ^ Biografia di L'Aura su MTV.it. URL consultato il 5 novembre 2010.
  6. ^ Irraggiungibile su italiancharts.com. URL consultato il 5 novembre 2010.
  7. ^ Biografia di L'Aura su voxroma.it. URL consultato il 5 novembre 2010.
  8. ^ I concerti di L'Aura su barleyarts.com. URL consultato il 5 novembre 2010.
  9. ^ Raffaella Oliva, Eros superstar laurea in videoclip in Corriere della Sera, 20 novembre 2007, p. 12. URL consultato il 5 novembre 2010.
  10. ^ Classifica Fimi, evincibile dalle classifiche dell'8, del 15 e del 22 giugno 2010. URL consultato il 5 novembre 2010.
  11. ^ Grande successo per L'Aura nella tappa modicana del suo breve tour in Sicilia in informazione.it, 05 febbraio 2008. URL consultato il 5 novembre 2010.
  12. ^ Basta! su italiancharts.com. URL consultato il 5 novembre 2010.
  13. ^ "Randagi con un cuore enorme", cioè Malfunk e amici in Popon, 06 agosto 2008. URL consultato il 5 novembre 2010.
  14. ^ Raffaele Ingrosso, L'Aura torna con il nuovo singolo "Cos'è" in Soundsblog, 02 giugno 2008. URL consultato il 5 novembre 2010.
  15. ^ http://www.l-aura.com/2008/heineken-yes-rem-yes-ben-harper-yesssss/#comments
  16. ^ Luca Benedetti, Ora Grignani stacca la spina in Corriere della Sera, 12 novembre 2008, p. 36. URL consultato il 5 novembre 2010.
  17. ^ Scheda della colonna sonora del film Un gioco da ragazze su musicwebitalia.it. URL consultato il 5 novembre 2010.
  18. ^ Premio Videoclip Italiano 2008: vincono Caparezza, L'Aura, Elio e le Storie Tese e Giusy Ferreri
  19. ^ Quotidiano Net - Musica - Parte il 'Premio Lunezia' con Gazzè, Bennato e Vanoni
  20. ^ Lista tracce della colonna sonora di "Una canzone per te". URL consultato il 5 novembre 2010.
  21. ^ Summer Music Festival 2010.
  22. ^ Comunicato riguardante la pubblicazione del nuovo EP sul sito della Sony. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  23. ^ Classifica Fimi del 25 ottobre 2010. URL consultato il 5 novembre 2010.
  24. ^ Fabrizio Basso, Sanremo 2011, Nathalie e la sua vita sospesa in Corriere della Sera, 19 febbraio 2011. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  25. ^ Melody Laurino, L'Aura Gira l'estate, nuovo singolo in airdave.it, 3 agosto 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  26. ^ Destination Unknown - il nuovo disco di Dj Pandaj in jaymag.it, 20 settembre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  27. ^ Emilia Iuliano, Rio - Il cd, Ritorna l'estate con L'Aura in bestmovie.it, 29 settembre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  28. ^ "Eclissi del cuore" il nuovo singolo di L'Aura in melodicamente.com, 29 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  29. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  30. ^ Classifica Fimi del 18 dicembre 2011. URL consultato il 31 dicembre 2011.
  31. ^ Intervista a L'Aura del sito rockshow.it. URL consultato il 3 marzo 2012.
  32. ^ Iacchetti, "Acqua di Natale" per una diga in Kenya in amref.it, 08 novembre 2011. URL consultato il 3 dicembre 2011.
  33. ^ L'Aura - Official Facebook
  34. ^ Intervista a L'Aura del sito rockshow.it. URL consultato il 5 aprile 2012.
  35. ^ L'Aura Abela è incinta di un bambino

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]