l'Adige

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
l'Adige
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità quotidiano
Genere stampa regionale
Formato tabloid
Fondazione 1945
Sede Via delle Missioni Africane, 17 - 38122, Trento
Editore Società Iniziative Editoriali
Diffusione cartacea 27 000 (2005)
Direttore Pierangelo Giovanetti
Redattore capo Renzo Moser
Sito web http://www.ladige.it/
 

l'Adige è un quotidiano regionale del Trentino-Alto Adige, diffuso principalmente nella provincia di Trento, area che, nonostante le piccole dimensioni, è storicamente caratterizzata da una grande pluralità di organi d'informazione. È il quotidiano locale più letto in Trentino, seguito dal Trentino del Gruppo editoriale L'Espresso e dal Corriere del Trentino, edizione locale del Corriere della Sera.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il giornale, inizialmente nato come Il Popolo Trentino, settimanale, fu fondato il 12 agosto 1945. Nel 1946 diviene un quotidiano. Il vero fondatore è Flaminio Piccoli, direttore dal 1946 al 1977. Il 1º marzo 1951 il quotidiano cambia testata, diventando "l'Adige". Per decenni il giornale sostenne politicamente la Democrazia Cristiana, che fu anche editore del giornale, essendo (fino al 1981) uno degli azionisti più importanti del quotidiano stesso. Dal 1981 infatti la testata viene acquistata dalla Net (Nuova editrice trentina), e il quotidiano diventa indipendente e di proprietà privata. Terminata l'influenza della DC sul giornale, l'Adige mantenne una linea editoriale indipendente e riformista, intraprendendo campagne per la modernizzazione e per la conservazione ambientale del Trentino. Nel 1º gennaio 2006 L'Adige viene rilevato dalla Sie, Società iniziative editoriali srl. Attualmente, è direttore responsabile della testata Pierangelo Giovanetti.[1]

Diffusione[modifica | modifica sorgente]

Anno Copie vendute
(media giornaliera)
2008 25.572
2007 25.555
2006 25.612
2005 26.433

Dati Accertamenti Diffusione Stampa (ADS)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La storia de L'Adige, L'Adige, 13 marzo 2007. URL consultato il 12 giugno 2009.