Isole di Lerino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lérins)
Isole di Lerino
Îles de Lérins
Costa sud dell'Isola di Santa Margherita
Geografia fisica
Localizzazione Costa Azzurra
Coordinate 43°30′53″N 7°03′08″E / 43.514722°N 7.052222°E43.514722; 7.052222Coordinate: 43°30′53″N 7°03′08″E / 43.514722°N 7.052222°E43.514722; 7.052222
Numero isole 4
Isole principali isola di Santa Margherita,
isola di Sant'Onorato
Classificazione geologica Isole continentali
Geografia politica
Stato Francia Francia
Regione francese Provenza-Alpi-Costa Azzurra Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Dipartimento francese bandiera Alpi Marittime
Comune bandiera Cannes
Cartografia
Map-Lerins.PNG
Mappa di localizzazione: Francia
Isole di Lerino

[senza fonte]

voci di isole della Francia presenti su Wikipedia

Le Isole di Lerino[1] (francese: Îles de Lérins; latino: Lero et Lerina) formano un piccolo arcipelago composto da due piccole isole e da alcuni isolotti. Esse sono poste vicino alla costa di Cannes, Costa Azzurra e le due isole principali sono l'isola di Santa Margherita e l'isola di Sant'Onorato.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

L'arcipelago comprende:

Il clima è mediterraneo. La vegetazione è in prevalenza composta da pini.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Abbazia di Lerino.

Nel 410 venne fondato il monastero di Lerino, ad opera di sant'Onorato di Arles sull'isola che poi fu battezzata col suo nome. Nell'Alto Medioevo il cenobio, dove san Patrizio, l'evangelizzatore dell'Irlanda, avrebbe compiuto i suoi primi studi, fu frequentato da pellegrini irlandesi e scozzesi. Vi si formò anche sant'Attala, in seguito abate dell'abbazia di San Colombano nel VII secolo. Nel 732 l'abate e cinquecento monaci, attaccati dai Saraceni, furono uccisi. Nel 1073 il monastero fu fortificato ad opera dell'abate Aldebert.

Oggi si conservano del periodo medioevale solo le facciate della cappelle della Trinità e del Santo Salvatore. Lungo la costa rimane anche un torrione quadrangolare, innalzato fra il XIII e il XV secolo, al di sopra di una cisterna la cui volta sostiene al primo piano una camera di sicurezza per le reliquie del monastero. Nel XV secolo il re di Francia vi installò una guarnigione malgrado l'opposizione dell'abate.

L'isola di Santa Margherita ospita una fortezza, nella quale sarebbe stato imprigionato l'uomo con la maschera di ferro.

Nel luglio 1707 l'arcipelago fu occupato dalla flotta inglese comandata da sir Cloudesley Shovell, che bloccava Tolone in quel momento assediata da Vittorio Amedeo II ed Eugenio di Savoia, con cui co-operava. In seguito al ritiro di questi ultimi verso Nizza, anche le navi britanniche si ritirarono la notte tra il 22 e il 23 agosto, dopo che la flotta francese si fu autoaffondata.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Storia di Genova, di Teofilo Ossian De Negri, Giunti Editore 2003

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Harrison, Peter: Fortezze di Dio, Mondadori - Oscar Storia - 431, 2006, 484 pagg. (ISBN 88-04-55876-8) pag. 158

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]