Léon Poliakov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Poliakov nel 1952

Lev Poljakov, francesizzato in Léon Poliakov (in russo: Лев Поляков?;; San Pietroburgo, 25 novembre 1910Orsay, 8 dicembre 1997), è stato uno storico e filosofo francese di origine russa, noto soprattutto per i suoi lavori sul genocidio ebraico e sull’antisemitismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia ebrea a San Pietroburgo, nell'allora impero Russo, visse in Italia, Germania e Francia.

Durante la seconda guerra mondiale fu, nel 1943 fondatore del Centro di documentazione ebraica di Parigi Centre de documentation juive contemporaine).

Dopo la seconda guerra mondiale assistette Edgar Faure durante il processo di Norimberga.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nazismo e lo sterminio degli ebrei (1955)
  • Gli ebrei sotto l'occupazione italiana coautore Jacques Sabille (1956 Edizioni di comunità)
  • Dall’antisionismo all’antisemitismo (1971) (De l'antisionisme à l'antisémitisme 1969)
  • Il mito ariano: saggio sulle origini del nazismo e dei nazionalismi (1999 Editori riuniti)
  • I Samaritani (1994).
  • Il nazismo e lo sterminio degli Ebrei (2003 Einaudi ISBN 8806164236)
  • Storia dell'antisemitismo. Da Cristo agli ebrei di corte (2004 Sansoni editore)
  • Storia dell'antisemitismo. Da Maometto ai Marrani (2004 Sansoni editore)
  • L'étoile jaune - La situation des Juifs en France sous l'Occupation - Les législations nazie et vichyssoise
  • Harvest of Hate: The Nazi Program for the Destruction of Jews in Europe
  • The History of Anti-Semitism: From Voltaire to Wagner
  • The History of Anti-Semitism: Suicidal Europe. 1870-1933
  • The Aryan Myth: A History of Racist and Nationalistic Ideas In Europe
  • Moscou, troisième Rome (en: Moscow, The third Rome)
  • L'Auberge des musiciens (memoir)
  • L'envers du Destin (autobiography)

Controllo di autorità VIAF: 9852041 LCCN: n50020456