Léa Seydoux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Léa Seydoux al Festival di Cannes 2014

Léa Seydoux (Parigi, 1º luglio 1985) è un'attrice e modella francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Lèa nasce a Parigi, figlia dell'imprenditore Henri Seydoux e dell'ex attrice e filantropa Valérie Schlumberger. Ha sei fratelli, tra cui una sorella maggiore, Camille, che lavora come sua stilista personale. Léa è la nipote di Jérôme Seydoux, presidente della casa di produzione cinematografica Pathè ed è la pronipote di Nicolas Seydoux, presidente della casa di produzione cinematografica Gaumont.

Dopo la maturità frequenta diversi corsi di teatro, tra cui la scuola Les Enfants Terribles e nel 2007 ha studiato presso l'Actors Studio di New York.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 appare nel videoclip Ne partons pas fâchés di Raphaël, diretto da Olivier Dahan. Nel 2006 partecipa, in uno dei ruoli principali, nel film per adolescenti Mes copines di Sylvie Ayme. Fa parte della selezione dei talenti a Cannes nel 2007 per il film La Consolation di Nicolas Klotz. Nel 2008 ottiene la notorietà grazie al personaggio di Junie nel film La Belle Personne di Christophe Honoré, un'interpretazione ampiamente apprezzata dalla critica. Appare anche in una delle pubblicità di Levi's 501, nel ruolo della ragazza che si toglie i vestiti mentre sotto ne compaiono altri.

Nel 2009 viene scelta da Quentin Tarantino per un piccolo ruolo in Bastardi senza gloria, nel ruolo di Charlotte LaPadite, e l'anno successivo lavora con Ridley Scott in Robin Hood, interpretando Isabella d'Angoulême, consorte del Principe Giovanni. Sempre nel 2010 è protagonista nel film Belle Épine di Rebecca Zlotowski, presentato alla 49ª Settimana della Critica al festival di Cannes. Partecipa anche al cortometraggio Petit tailleur di Louis Garrel e ai film Roses à crédit di Amos Gitai e Mystères de Lisbonne di Raoul Ruiz. Léa Seydoux compare in un piccolo ruolo in Midnight in Paris di Woody Allen, dove interpreta la ragazza che lavora al mercato delle pulci, a Mission: Impossible - Ghost Protocol di Brad Bird, e in Les Adieux à la Reine di Benoît Jacquot.

Nel 2011 è la protagonista negli spot pubblicitari del profumo Prada Candy di Prada.[1] Nel 2012 è protagonista del film Sister di Ursula Meier. Nel 2013 torna a reclamizzare Prada Candy in una serie di tre spot diretti da Wes Anderson e Roman Coppola[2]. Sempre nel 2013 vince la Palma d'oro con il film La vita di Adele al Festival di Cannes. Con la co-star Adele Exarchopoulos ha posato per una campagna della casa di moda Miu Miu

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Premio César
Anno Titolo Categoria Risultato
2009 La Belle Personne Migliore promessa femminile Nomination
2011 Belle Épine Migliore promessa femminile Nomination
2013 Les Adieux à la Reine Migliore attrice protagonista Nomination
2014 La vita di Adele Migliore attrice protagonista Nomination

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Léa Seydoux, cattiva ragazza per Prada Candy, elle.it, 25 agosto 2011. URL consultato il 22 giugno 2014.
  2. ^ Prada Candy L'Eau by Wes Anderson and Roman Coppola - Episode 1, youtube.com, 30 marzo 2013. URL consultato il 22 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 164833228 LCCN: no2009124306