Palazzo imperiale di Kyōto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kyōto-gosho)
Palazzo imperiale di Kyōto
Residenza dell'imperatore del Giappone
Kyotopalace.jpg
Ubicazione
Stato Giappone Giappone
Località Kyoto
Informazioni
Condizioni In uso
Uso Residenza dell'imperatore del Giappone
 

Il Palazzo imperiale di Kyōto (京都御所 Kyōto-gosho?) è la residenza imperiale della città di Kyōto. Fu residenza ufficiale dell'Imperatore del Giappone fino al 1868 e da allora residenza secondaria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello divenne la residenza dell'imperatore agli inizi del periodo Edo. Essendo costituito in buona parte di legno la struttura è stata preda di incendi nel corso dei secoli; infatti si hanno notizie certe di almeno otto ricostruzioni del complesso di edifici e giardini. La struttura attualmente esistente è stata ultimata nel 1851.

Con il rinnovamento Meiji la capitale fu spostata a Tokyo e l'imperatore trasferì la propria residenza ufficiale prima nel castello di Edo e poi nel Palazzo imperiale di Tokyo. Nel 1877 ne è stata ordinata la preservazione come monumento nazionale.

L'imperatore Meiji (e i suoi successori Taisho e Showa) continuarono ad usare il castello per molti anni come sede di particolari cerimonie. Al giorno d'oggi viene usato molto raramente poiché essendo aperto al pubblico è costantemente occupato dai turisti. Inoltre all'interno dell'edificio ha sede la Kunai-chō, ovvero l'agenzia che si occupa di gestire le proprietà e le cerimonie della famiglia imperiale giapponese

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 35°01′31″N 135°45′44″E / 35.025278°N 135.762222°E35.025278; 135.762222