Kvaløya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kvaløya
Kvaløya vista da Tromsøya; il Sandnessund Bridge in primo piano è il ponte che collega le due isole (marzo 2006).
Kvaløya vista da Tromsøya; il Sandnessund Bridge in primo piano è il ponte che collega le due isole (marzo 2006).
Geografia fisica
Localizzazione mare di Norvegia
Coordinate 69°37′N 18°33′E / 69.616667°N 18.55°E69.616667; 18.55Coordinate: 69°37′N 18°33′E / 69.616667°N 18.55°E69.616667; 18.55
Superficie 737 km²
Altitudine massima 1044 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Norvegia Norvegia
Demografia
Abitanti 11 300
Cartografia
Norway - Kvaløya, Troms.png
Mappa di localizzazione: Norvegia
Kvaløya

[senza fonte]

voci di isole della Norvegia presenti su Wikipedia

Kvaløya (Isola delle balene), indicata in lingua sami settentrionale come Sállir ed in italiano anche come isola di Kvaloy[1], è un'isola della Norvegia settentrionale situata nell'area urbana di Tromsø.

Ha una superficie di 737 km² ed è la nona isola del paese in termini di superficie.

Ad est è collegata a Tromsøya tramite il ponte di Sandnessund, all'isola di Ringvassøya situata a nord tramite un tunnel sottomarino (Kvalsund Tunnel), e a Sommarøy a ovest tramite il ponte di Sommarøy.

Nella parte centro-orientale dell'isola, sul tratto di costa di fronte a Tromsøya, si sviluppano i quartieri di Kvaløysletta e Storelva facenti parte dell'agglomerato urbano di Tromsø.

L'isola è prevalentemente montuosa con numerosi rilievi che superano i 700 m s.l.m. e tre montagne oltre i 1000 m, la più elevata è il Store Blåmann (grande uomo blu 1044 m s.l.m.)

Vi sono inoltre numerosi fiordi. Nel braccio di mare che la separa dalla terraferma scorre una corrente detta Rystraumen nei cui pressi, sul lato dell'isola a 30 km dalla città vi è una frequentata area per la pesca. Tra l'isola e la terraferma vi è una piccola isola chiamata Ryøya con una piccola popolazione di buoi muschiati, l'unica della Norvegia settentrionale.

Gli abitanti dell'isola sono 11 300 per lo più residenti nella parte orientale nei pressi del ponte di Sandnessund.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Enciclopedia geografica mondiale. Secondo volume K-Z. Istituto Geografico De Agostini S.p.A., Novara (1995).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]