Kryptolebias marmoratus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Killifish delle mangrovie
K. marmoratus Guadeloupe.jpg
Stato di conservazione
Status iucn2.3 LC it.svg
Basso rischio (lc)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cyprinodontiformes
Famiglia Rivulidae
Genere Kryptolebias
Specie R. marmoratus
Nomenclatura binomiale
Kryptolebias marmoratus
(Poey, 1880)

Kryptolebias marmoratus, conosciuto comunemente come Killifish delle mangrovie, è un piccolo pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Aplocheilidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è endemica della coste atlantiche del centro-Sud America, dalla Florida al Brasile. Vive nelle paludi salate di mangrovia della Florida, dell’America Latina e dei Caraibi, in acque a basso contenuto d'ossigeno, ma può vivere anche mesi fuori dall'acqua riparandosi fra rami marci e tronchi o in tane di insetti.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presenta un corpo allungato, poco compresso ai fianchi, con pinne piccole e tondeggianti. Gli occhi sono grandi. La livrea è semplice, con un fondo color sabbia sopra il quale compaiono macchie marmorizzate brune, oltre a due ocelli neri, peraltro non sempre visibili.
Raggiunge una lunghezza massima di 7,5 cm.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Possono essere maschi o ermafroditi, sembra non esistano femmine. Solo circa il 5% nasce maschio - dopo tre o quattro anni circa il 60% degli ermafroditi si trasforma in maschio perdendo la struttura femminile. La percentuale di maschi dipende dalla temperatura dell'ambiente, sotto i 20 °C la maggioranza della popolazione è maschile, sopra i 25 °C sono tutti ermafroditi. È l'unico vertebrato attualmente conosciuto capace di auto-riprodursi.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

K. marmoratus si nutre di insetti, policheti e piccoli crostacei (anfipodi, copepodi, ostracodi e isopodi).

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Conosciuti tra gli allevatori appassionati, è allevabile in cattività ma occorre prestare attenzione alle esigenze biologiche di questa specie particolare.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci