Kristin Kreuk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kristin Laura Kreuk (Vancouver, 30 dicembre 1982) è un'attrice canadese, conosciuta maggiormente per la sua partecipazione dal 2001 al 2008 alla serie televisiva Smallville dove interpretava Lana Lang.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Kristin è nata a Vancouver, nella provincia di Columbia Britannica, in Canada. Suo padre, Peter Kreuk, è di origine olandese e sua madre, Deanna Che, è indonesiana (di etnia cinese). Kristin ha una sorella più piccola, Justine. Aveva pianificato di frequentare i corsi di psicologia, scienze ambientali e scienze forensi alla Simon Fraser University, quando il direttore del casting della serie TV Edgemont contattò la Eric Hamber Secondary School per trovare una ragazza dai tratti esotici per la parte di una canadese di origine cinese. Kristin si trovava al suo ultimo anno di liceo e venne convinta dal suo insegnante di teatro a partecipare all'audizione nonostante non avesse alcuna esperienza professionale nel campo della recitazione; con sua grande sorpresa, ottenne la parte. Da quel momento, recitò in quella serie per due stagioni e continuò a farlo in contemporanea finché non arrivò il momento in cui riuscì a far parte del cast regolare del telefilm Smallville, nella sua città natale di Vancouver.

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver girato la prima stagione di Edgemont e aver assunto un agente, Kristin ottenne la parte di Biancaneve nel film TV del 2001 La vera storia di Biancaneve.

Dopo Biancaneve, Kristin venne contattata dagli sceneggiatori Alfred Gough e Miles Millar per interpretare Lana Lang nella serie televisiva Smallville, incentrata sulla vita del giovane Clark Kent prima di diventare Superman. Inizialmente fu restia ad accettare il ruolo, ritenendo che il personaggio di bellissima e popolare cheerleader della scuola potesse risultare banale e senza spessore. Tuttavia restò talmente affascinata dall'episodio pilota che accettò la parte.

Nel 2003 Kristin abbandonò il suo ruolo in Edgemont.

Nell'estate del 2004 entrò a far parte del cast della miniserie Earthsea, basata sui racconti di Ursula K. Le Guin, e diretta da Rob Lieberman con Shawn Ashmore e Danny Glover.

Nel 2009 viene scritturata per partecipare ad alcuni episodi della serie Chuck. La Kreuk appare a partire dal quinto episodio della terza stagione, intitolato Chuck Vs. the First Class, trasmesso nel gennaio 2010.

Nel febbraio 2012, le è stato assegnato il ruolo di Catherine Chandler, protagonista femminile della serie, targata The CW, Beauty & the Beast

Grazie a questo ruolo, ha anche vinto nel 2014 il premio come miglior attrice fantasy ai People's Choice Awards.

Modella[modifica | modifica sorgente]

Kristin ha partecipato alla campagna pubblicitaria della ditta Neutrogena (come Mandy Moore e Jennifer Love Hewitt prima di lei).

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Nel 2003 ha partecipato al suo primo lungometraggio: un cameo nel film EuroTrip, con Scott Mechlowicz e Michelle Trachtenberg. All'inizio del 2005 ha firmato un contratto per il film Partition, diretto da Vic Sarin, dove interpreta il ruolo di Naseem, una vulnerabile diciassettenne il cui mondo è sconvolto dalla proclamazione d'indipendenza dell'India avvenuta nel 1947 e dalla conseguente nascita dello Stato del Pakistan. S'innamora di un ufficiale dell'ex-esercito anglo-indiano, Gian Singh (Jimi Mistry). Nel 2009 ha interpretato la pellicola Street Fighter - La leggenda, ispirata al videogioco Street Fighter.

All'inizio del 2010, Kristin ha partecipato al suo primo horror giapponese, Vampire. Nel 2010, ha anche girato un video musicale chiamato "I Heard" di Hill Zaini.

Nel 2011 interpreta Heather nel film Irvine Welsh's Ecstasy, tratto dall'omonimo romanzo. Ha interpretato anche il ruolo di Tilda nella commedia fantascientifica Space Milkshake.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrice[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Dream Princess, Bravo!FACT. URL consultato il 31 gennaio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 17505682 LCCN: no2002050390