Korubo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Korubo
Luogo d'origine Brasile
Popolazione 200 ca. (2010)[1]
Lingua Korubo
Religione animismo
Gruppi correlati Marúbo, Matis, Matsés

I Korubo sono un gruppo etnico del Brasile con una popolazione stimata in circa 200 individui nel 2010.[1] Vivono in completo isolamento; i primi contatti pacifici ed ufficiali sono avvenuti solo dal 1996 in poi, con spedizioni del Funai. Un ramo del gruppo è guidato da una donna di nome Maya. Questo gruppo scissionista conta circa 23 membri mentre si stima che il gruppo più grande conti più di 150 membri. I Korubo sono stati oggetto degli studi, alla fine degli anni novanta, dell'esploratore brasiliano Sydney Possuelo e del giornalista Paul Raffaele.

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

Parlano la lingua Korubo (codice ISO 639: QKF) che appartiene alla famiglia linguistica Pano; è una lingua molto simile alle lingue parlate dai Matis e dai Matsés[2]

Insediamenti[modifica | modifica wikitesto]

Vivono nello stato brasiliano dell'Amazonas, nella zona di confluenza dei fiumi Ituí e Itaquaí e nella valle dello Javari, nella parte più occidentale dello stato, una regione di confine tra Brasile e Perù. La maggior parte della popolazione vive ancora in isolamento. Nel 1996, dopo diversi tentativi, il Funai ha contattato un piccolo gruppo di Korubo.[3]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Organizzazione sociale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (PT) Scheda su socioambiental.org - Introduzione. URL consultato il 18 giugno 2011.
  2. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Lingua. URL consultato il 18 giugno 2011.
  3. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Localizzazione. URL consultato il 18 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]